Un calcio alla sfortuna: Reus rientra dopo sei mesi ed è subito tripletta

Commenti()
Getty
Marco Reus è tornato in campo contro il Legia Varsavia dopo 185 giorni. Per lui una serata da mattatore.

Quello che si avvia alla conclusione non è stato per Marco Reus un 2016 certamente da ricordare. Considerato uno dei migliori giocatori sfornati dal calcio tedesco negli ultimi anni, l’asso del Borussia Dortmund è stato infatti costretto a vivere buona parte dell’anno da semplice spettatore.

12 goal in Borussia Dortmund-Legia: ma non è record

A fermarlo è stato un brutto infortunio muscolare all’inguine e all’adduttore che di fatto l’ha reso indisponibile dallo scorso 24 maggio e l’ha costretto a non prendere parte a Euro 2016.

Reus, che già nel 2014 fu costretto a saltare Brasile 2014 per infortunio, non giocava di fatto una partita dalla finale di Coppa di Germania persa contro il Bayern al termine della scorsa stagione ma, dopo essere tornato ad allenarsi con il gruppo nelle ultime settimane, nella serata di martedì è riuscito finalmente a prendersi la sua rivincita contro la sfortuna.

Schierato da Tuchel dal 1’ nel match di Champions League contro il Legia Varsavia, il campione 27enne ha rubato la scena tutti facendo la parte del mattatore nella partita. I suoi numeri parlano chiaro: 3 tiri nello specchio della porta che sono valsi una magica tripletta, ai quali vanno aggiunti un assist vincente e due occasioni create.

Il Borussia, attualmente terzo in Bundesliga staccato di sei punti dalla capolista Lipsia, ritrova quindi il suo giocatore più importante e, non è un caso, che seppure il suo primo goal sia stato quello del 5-2, il Signal-Iduna-Park ha festeggiato come se si trattasse di una rete decisiva in una finale.

 

Chiudi