Romero perno dell'Atalanta: sarà riscattato con un anno di anticipo, alla Juve 16 milioni

Ultimo aggiornamento
Getty Images

Sarebbe dovuto diventare un giocatore dell'Atalanta a tutti gli effetti nel 2022, alla scadenza del prestito biennale stipulato con la Juventus, ma per Cristian Romero si prospetta una soluzione definitiva già in questi giorni.

Il difensore argentino ha convinto tutti nell'ambiente bergamasco, da Gasperini alla dirigenza: le sue prestazioni gli hanno permesso di vincere il riconoscimento di miglior difensore della Serie A 2020/21 e questo deve aver accelerato in maniera decisiva i contatti per il riscatto.

La 'Dea' verserà 16 milioni nelle casse juventine con un anno di anticipo rispetto a quanto previsto, blindando un giocatore che ha saputo fare la voce grossa nella retroguardia a tre con Toloi e uno - a rotazione - tra Palomino e Djimsiti.

Il club della famiglia Percassi non aspetterà la naturale evoluzione dell'accordo stipulato un anno fa e nei prossimi giorni sancirà la riconferma di Romero, prelevato il 5 settembre 2020 in prestito oneroso a 2 milioni più altrettanti di bonus.

Per l'ex Genoa soddisfazione doppia, considerato che è stato appena convocato dal ct dell'Argentina Lionel Scaloni per le gare valide per le qualificazioni mondiali contro Cile e Colombia, contro cui presumibilmente farà il suo esordio con la maglia dell'Albiceleste.