Juventus ko, Allegri: "Non siamo morti, possiamo ribaltarla"

Commenti()
Getty
Massimiliano Allegri al fischio finale di Atletico Madrid-Juventus: "Un brutto secondo tempo, ma non dobbiamo piangerci addosso".

Pesante sconfitta quella subita dalla Juventus contro l'Atletico Madrid per 2-0 nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. Al termine del match il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha analizzato l'amara serata della Vecchia Signora.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Ai microfoni di 'Sky Sport', Allegri spiega il ko dei suoi al Wanda Metropolitano.

"Il secondo tempo è stato brutto, abbiamo commesso l'errore di andare dietro a loro, che sono molto bravi a non subire tiri in porta. Avevamo già rischiato su contropiede con Diego Costa e non abbiamo mai tirato nel secondo tempo. Loro sono entrati con cattiveria sulle palle inattive, riescono a restare dentro al match anche se non ci sono sussulti. Abbiamo possibilità di poter ribaltare la partita, dobbiamo aver fiducia, recupereremo qualche giocatore. Inutile stare a piangersi addosso, sapevamo che l'Atletico ti fa giocare male. Dovevamo far girare palla velocemente".

Tanti singoli non hanno reso come al solito, Allegri fa un discorso più ampio sulle condizioni della Juventus ma si mostra fiducioso in vista del match di ritorno.

"Hanno inciso tante cose, nel secondo tempo abbiamo sbagliato, forse anche per colpa dello stadio. Può capitare, ci sarà grande delusione, ma capita spesso che le squadre perdono la prima e la ribaltano poi nella seconda. Non sarà semplice, servirà una grande partita, ma sono fiducioso".

Differenza tra campionato e Champions? Allegri spiega l'approccio della sua squadra.

"Contro di loro bisogna essere veloci e precisi, dovevamo mettere più in movimento gli attaccanti, poi abbiamo perso ordine nel finale. Il 2-0 può essere ribaltato, è stato importante non aver preso il terzo goal, non siamo morti, non lo eravamo dopo la partita in casa contro il Real Madrid. Le partite vanno tenute sempre aperte, perchè poi giochi in casa e tutto può cambiare. Bisogna però tenere ordine e testa".

L'Atletico Madrid impressiona come sempre per una tenuta difensiva 'monstre'.

"Loro ti fanno andare su una partita blanda, nel primo tempo abbiamo sbagliato sei palloni uno dietro l'altro e abbiamo subito azioni in campo aperto. Poi buttano la palla alta e fanno la lotta, se non tieni la stessa attenzione ti saltano addosso e fanno goal".

Allegri spiega cosa servirà a questa Juventus per la rimonta allo Stadium.

"Dobbiamo scrollarci di dosso questa partita e concentrarci sulla partita di ritorno. Loro non li becchi mai a campo aperto perchè non si scoprono mai, rientrano sempre velocemente dietro la linea della palla. Dovremo essere più bravi e più cattivi, non sono preoccupato perchè contro l'Atletico può capitare di prendere goal su palla inattiva. Il gesto di Simeone? Non mi ha dato fastidio, qui succedono spesso tante cose".

Chiudi