Cristiano Ronaldo svela il dialogo con de Ligt: "Perché non vieni alla Juventus?"

Commenti()
Getty Images
Cristiano Ronaldo racconta la verità sulle parole dette a de Ligt dopo Portogallo-Olanda: "Ma era una battuta, non influenzerei mai un giocatore".

Ieri avversari, oggi compagni di squadra. Cristiano Ronaldo e Matthijs de Ligt si sono conosciuti e apprezzati a vicenda in Nations League e in Champions League, uno contro l'altro, e oggi sono lì, a condividere lo stesso spogliatoio e a vestire entrambi la maglia della Juventus. Anche grazie alla collaborazione, apparentemente decisiva, del portoghese.

Serie A, Serie B, Liga, Ligue 1 e tanto altro: segui il calcio su DAZN

La storia è nota: dopo la finale di Nations League tra Portogallo e Olanda Ronaldo ha chiesto a de Ligt di raggiungerlo alla Juventus, come rivelato qualche settimana fa dallo stesso difensore olandese. E CR7 ne parlato anche a margine del premio 'Marca Leyenda', come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport'.

"Dopo la partita mi sono avvicinato a Matthijs e gli ho detto: “Visto che tutti parlano del tuo futuro, perché non vieni alla Juventus?”. Era solo una battuta, io non ho avuto alcun peso nel suo acquisto. Non fa parte del mio lavoro e non mi permetterei mai di influenzare un presidente o un allenatore. Io sono contento se arrivano giocatori forti ma alla Juve ci sono Paratici e Nedved che hanno ben più esperienza di me e sanno fare il proprio mestiere".

Ronaldo & De Ligt

Insomma, nessun ruolo da direttore sportivo per Cristiano Ronaldo nell'affare de Ligt. Però è indubbio che la possibilità di vestire la stessa maglia di un simile fuoriclasse possa aver influito sulla scelta finale di de Ligt. Forse anche per questo, per la stima del suo nuovo compagno, l'ex capitano dell'Ajax ha preferito i bianconeri al PSG e al Barcellona.

Chiudi