Wenger obbligato a vincere l'Europa League: Vieira alla finestra

Commenti()
Getty Images
A meno di nuovi colpi di scena, se Wenger non dovesse trionfare in Europa League la prossima stagione verrà sostituito da Vieira.

Se ne parla ogni anno, ma alla fine Arsene Wenger rimane sempre stabilmente sulla panchina dell'Arsenal. Stavolta tutto dipenderà dal risultato in Europa League, visto e considerando che una vittoria internazionale porterebbe il francese alla riconferma. In caso contrario, pronto Patrick Vieira.

Per Wenger l'Europa League è oramai un obbligo: nel ventennio all'Arsenal non ha mai vinto fuori dall'Inghilterra, e a parte i successi in FA Cup e Community Shield, i Gunners non trionfano in Premier oramai dal 2004. Dieci anni dopo l'unico successo extra-britannico, la Coppa delle Coppe '94 con Graham in panchina.

Si diceva, Vieira. L'idolo di casa Arsenal sta facendo ottime cose sulla panchina del New York City e la proprietà dei londinesi sta seriamente pensando a lui per la prossima stagione in caso di mancata vittoria dell'Europa League: di fronte a Wenger ci sarà la favorita Atletico Madrid, prima della finale di Lione.

Vieira ha iniziato la sua carriera da tecnico nelle giovanili del Manchester City, prima di approdare al New York, del resto appartenente allo stesso gruppo che ha comprato i Citizens. Difficilmente l'ex Juventus resterà in MLS a a lungo, desideroso di confrontarsi con il suo calcio, quello europeo.

L'articolo prosegue qui sotto

Wenger ha solo l'Europa League per proseguire la sua avventura all'Arsenal iniziata addirittura nel 1996: il francese non ha dalla sua nemmeno la solita risicata qualificazione in Champions League, ottenibile solamente con la vittoria del torneo continentale.

Il destino dell'Arsenal è tutto legato all'Europa League, così come quello di Wenger: vincere il trofeo porterebbe finalmente qualcosa di splendete in bacheca e permetterebbe ai Gunners di confrontarsi ancora una volta con la Champions League.

Con l'ennesima delusione del decennio il destino del francese appare segnato. Anche se in passato la situazione è stata molto simile e la conferma, tra le proteste dei tifosi, è andata comunque in porto. Liscia come l'olio.

Chiudi