Scontro Inzaghi-Felipe Anderson: la Lazio smentisce, ma salterà la trasferta di Napoli

Commenti()
Scontro acceso fra Inzaghi e Felipe Anderson dopo Lazio-Genoa: il portavoce smentisce la rissa, ma il brasiliano non verrà convocato per Napoli.

Dopo un inizio di stagione da favola la Lazio sta attraversando il primo periodo difficile in seguito alle due sconfitte consecutive subite in campionato contro Milan e Genoa.

Tanto che, secondo quanto riporta 'Sport Mediaset', proprio al termine della gara di lunedì scorso nello spogliatoio biancoceleste si sarebbe sfiorata la rissa tra Simone Inzaghi e Felipe Anderson .

Il tecnico infatti avrebbe rimproverato aspramente il brasiliano per il modo in cui era entrato in campo negli ultimi venti minuti, ricevendo in cambio la risposta piccata di Felipe Anderson: "Tanto te la prendi sempre solo con me" .

A quel punto quindi il diverbio tra i due si sarebbe ulteriormente acceso fino a sfiorare lo scontro fisico, evitato a quanto pare dall'intervento di Lucas Leiva che ha cercato di riportare la calma per quanto possibile.

Il portavoce del club, Arturo Diaconale, ha voluto minimizzare l'accaduto ai microfoni di 'Lazio Style Radio' e smentire lo scontro fisico. "Un confronto civile e naturale dopo una partita sfortunata come quella col Genoa è stato caricato e romanzato in una rissa, che non c’è mai stata. - ha assicurato - Era giusto che l’allenatore esprimesse il proprio rammarico per l’andamento della gara e indicasse le carenze. Parlare di scontro quasi fisico è una esagerazione che voglio smentire. Se non ci fossero questi chiarimenti ci sarebbe da preoccuparsi. É un segno di vitalità e attaccamento alla squadra e ai colori". 

"Non ci sono termini drammatici o irreparabili tra Inzaghi e Felipe Anderson, - ha aggiunto il portavoce - queste cose rientrano nelle logiche di spogliatoio. Il mister ha fatto quello che doveva fare, c’è stato un errore da parte di tutta la squadra che non ha reagito al gioco del Genoa e ora si deve recuperare".

Felipe Anderson questo pomeriggio non si è allenato con i suoi compagni di squadra. "Il fatto che Inzaghi abbia dato un giorno libero è un segno di distensione. - ha sostenuto Diaconale - Ci sono momenti in cui i calciatori hanno un giorno storto, ma poi tutto si supera. Sembra che ci sia la ricerca disperata di spunti per alimentare le tensioni ma vanno stemperate. I tifosi non devono pensare che ci sia un clima o da stato di assedio o di rivolta nello spogliatoio perché non è vero”. 

E secondo quanto riportato da Sky Sport 24 non verrà convocato, per punizione, per la trasferta in programma domenica prossima al San Paolo di Napoli

Il rapporto tra l'attaccante e Inzaghi d'altronde si è complicato non poco dopo l'infortunio del brasiliano e l'esplosione di Luis Alberto, con il numero 10 che non sembra più una pedina indispensabile in questa Lazio.

Ecco perchè a questo punto non è escluso che la prossima estate, davanti a una grande offerta, la Lazio non decida magari di cedere Felipe Anderson. Sempre che a cambiare aria non sia Simone Inzaghi.

Chiudi