Profilo - Chi è Brazão, il portiere del futuro cercato dall'Inter

Commenti()
FIFA.com/Getty
Gabriel Brazão è finito nel mirino dell'Inter: il portiere classe 2000 del Cruzeiro ha già fatto parlare di sé per le sue parate con il Brasile U17.

In Brasile lo considerano già il portiere del domani, colui in grado di prendersi la titolarità della nazionale verdeoro: Gabriel Brazão ha tutto dalla sua parte, tempo, talento e fiducia nei suoi mezzi che lo hanno portato ad accostamenti niente male come quello a Julio Cesar. Non proprio a caso, con l'Inter desiderosa di bloccarlo per evitare aste a livello internazionale che ridurrebbero drasticamente le possibilità di vederlo all'opera in nerazzurro un giorno.

PS Brazao

LA SUA STORIA

Nato a Uberlândia nello stato di Minas Gerais il 5 ottobre 2000, Brazão inizia ad appassionarsi al calcio in tenera età, ma non nel ruolo di portiere: le prime partite le gioca infatti da attaccante, col sogno di imitare tutti i grandi campioni verdeoro della storia. Con il passare degli anni, capisce che il suo avvenire potrà produrre risultati soltanto tra i pali: nel 2014 entra a far parte delle giovanili del Cruzeiro, un anno prima del trionfo nel Sudamericano U15, conquistato con la maglia del Brasile.

Anno dopo anno, riesce a scalare di livello nelle selezioni giovanili fino al 2017: in India si disputano i Mondiali U17, con il Brasile ovviamente tra le squadre favorite. La 'Seleção' chiude al terzo posto dopo aver battuto il Mali nella consueta finalina, ma è la stella di Brazão a brillare.

Brewster Brazao Foden U17 World Cup 2017

Titolare indiscusso, gioca tutte le sette partite in cui subisce 5 reti, con ben 4 clean sheet all'attivo nella competizione. Il computo totale delle parate è di 29, dato che gli vale il prestigioso premio di miglior estremo difensore del torneo: è da questo momento che i radar dei grandi club europei si fanno più insistenti.

SCOUTING REPORT

Alto 192 centimetri, il suo punto di forza è l'agilità tra i pali unita a dei riflessi felini che lo rendono a tutti gli effetti un portiere moderno. Capace di infondere sicurezza all'intero reparto difensivo, sa essere decisivo anche nelle uscite e, in particolar modo, sui calci di rigore, la sua specialità.

Nonostante la sua breve carriera ne ha già parati diversi, soprattutto nel corso delle varie competizioni giovanili a cui ha partecipato con il Brasile. Dopo uno specialista come Handanovic, sembra che l'Inter voglia assicurarsi un'altra certezza nel disinnescare i tiri dagli undici metri.

Gabriel Brazao Brazil

STATS E FACTS

Brazão non è ancora riuscito ad esordire nella prima squadra del Cruzeiro, dove il tecnico Mano Menezes gli permette sovente di allenarsi nelle vesti di quarto portiere alle spalle del capitano Fábio, Rafael e Vitor Eudes. Nei prossimi mesi, se il processo di crescità avrà risultati confortanti, non è da escludere un impiego costante tra i 'grandi'.

Nella nazionale maggiore brasiliana, Brazão ha raccolto fin qui due convocazioni: il ct Tite lo ha chiamato in occasione delle gare amichevoli giocate a novembre contro Uruguay e Camerun, in cui è rimasto in panchina per tutti e 90 i minuti.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Living the plans of God! #UmaHonra  @samrobles @tptglobal / @lucasfigfoto

Un post condiviso da Gabriel Brazão (@gabrielbrazao1) in data:

IL FUTURO

L'agente Stephanie Figer ha lasciato intendere, ai microfoni di 'FcInterNews', come qualcosa per il trasferimento di Brazão in Europa si stia muovendo.

"Gabriel ha una clausola rescissoria che supera i 40 milioni di euro per le società straniere. Il Braga in Portogallo e la Roma in Italia hanno mostrato interesse".

In realtà, il club italiano più accreditato per assicurarselo è l'Inter: i nerazzurri hanno incontrato il Chievo per fare il punto della situazione e discutere in merito ad una possibile operazione in sinergia che replicherebbe quella del gennaio 2005, quando Julio Cesar venne 'parcheggiato' in Veneto a causa del suo status di extracomunitario. A tal proposito: nei prossimi mesi Brazão dovrebbe ottenere il passaporto portoghese, tappa d'avvicinamento fondamentale per il suo approdo in Italia.

Ausilio e Marotta vogliono bloccarlo in largo anticipo, considerato che il suo contratto con il Cruzeiro scadrà il 31 dicembre 2021: al Chievo avrebbe l'opportunità di crescere senza la fretta e le pressioni che in una grande società come l'Inter rischierebbero di bruciarlo.

Un trasferimento che però non avverrà alla cifra della clausola: 'Sky Sport' parla di operazione che dovrebbe superare di poco il milione di euro, decisamente più abbordabile rispetto ai 40 milioni prefissati dal Cruzeiro.

Prossimo articolo:
Juventus, Pjanic diffidato e ammonito in Supercoppa: salterà il Chievo
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato, Atletico Madrid a un passo da Morata: addio al Chelsea
Prossimo articolo:
Coppa d'Asia 2019: calendario, risultati e dove vedere le gare in tv e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato, notizie e trattative: Scuffet al Kasimpasa, è ufficiale
Chiudi