Offese di Kenedy al popolo cinese, il Chelsea costretto a scusarsi

Commenti()
Getty
L’ala del Chelsea, Kenedy, al centro di un caso clamoroso. Posta frasi offensive contro la Cina, il suo club chiamato a scusarsi.

I social network sono diventati rappresentano per molti un qualcosa al quale è difficile rinunciare, non tutti però riescono a farne buon uso. Chiedere per conferma all’ala del Chelsea, Kenedy, che è finito nell’occhio del ciclone per alcuni suoi post contro il popolo cinese e la sua cultura.

Il 21enne brasiliano, che attualmente si trova in estremo oriente con i campioni d’Inghilterra, ha postato alcuni video sul suo profilo Instagram che in molti hanno ritenuto avere connotazioni razziste.

Il primo video porta il titolo di “F****** Cina”, il secondo ritrae una guardia di sicurezza addormenta ed è accompagnato dalla didascalia: “Sveglia Cina. Tu idiota”.

Kenedy China Messages

 

Kenedy China Messages

Inutile dire che Kenedy è stato bersagliato da critiche e messaggi di persone che si sono sentite offese e, per tale motivo, ha successivamente postato un altro nel massaggio attraverso il quale ha cercato di scusarsi: “Ciao amici miei, voglio scusarmi se qualcuno si è offeso perché ho usato l’espressione ‘porra’ non è razzismo, è solo un modo di dire… un grande abbraccio”.

Kenedy China Messages

Il Chelsea, dal canto suo, ha deciso di scusarsi attraverso un comunicato ufficiale apparso su Weibo: “Il Chelsea Football Club è molto dispiaciuto per i post pubblicati ieri sera da Kenedy. E’ un comportamento ben al di sotto degli elevanti standard che ci aspettiamo dai nostri giocatori. Kenedy si rammarica per quanto scritto e per le reazioni che essi hanno creato e quindi si è scusato. Tutti noi del Chelsea abbiamo il massimo rispetto per il popolo cinese, il padrone di casa più incredibile e siamo estremamente grati per la sua ospitalità”.

Chiudi