Juventus rimaneggiata a Ferrara, Mihajlovic: “Non è un comportamento corretto”

Commenti()
Getty Images
Sinisa Mihajlovic critica la decisione di Allegri di schierare una Juve rimaneggiata contro la SPAL: “Non è una cosa giusta, non mi piace”.

Sarebbe bastato un solo pareggio alla Juventus per festeggiare già nella giornata di sabato la conquista del suo ottavo Scudetto consecutivo, la compagine bianconera invece, sul campo della SPAL è incappata nella sua seconda sconfitta del campionato.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Un ko, quello subito a Ferrara, che non cambia ovviamente di molto le cose per la Vecchia Signora, visto che il vantaggio sul Napoli secondo in classifica è ben più che rassicurante, la sconfitta del Paolo Mazza però ha dato vita a qualche polemica.

Allegri infatti ha rinunciato a moltissimi titolari per preparare al meglio la prossima sfida di Champions League con l’Ajax, una cosa che non è piaciuta al tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic. Parlando infatti dopo il pareggio ottenuto in casa della Fiorentina, ha criticato le scelte del suo collega.

L'articolo prosegue qui sotto

“Non è stato un comportamento corretto mettere in campo giocatori della Primavera o di Serie C. Non è giusto nei confronti di coloro che lottano per non retrocedere. So che alloro la cosa non interessa, ma a me tutto questo non è piaciuto. Se affronti la Juve con i suoi titolari bene, se la affronti con le sue riserve anche, visto che sarebbero titolari in molte squadre di Serie A, ma se affronti i ragazzini no”.

La SPAL è stata brava nello sfruttare al meglio l’occasione che le si è presentata.

“Se fossi stato il loro allenatore avrei detto ai miei ragazzi che dovevamo assolutamente vincere e infatti hanno vinto. La Juve non ha problemi di rosa, è stata una cosa non giusta. A loro non fregherà nulla di tutto questo, il calcio italiano purtroppo è così”.

Il Bologna, al pari della SPAL, è una delle squadre impegnate nella lotta per non retrocedere. In seguito al successo contro la Juve, gli estensi sono saliti a 35, ovvero a +7 sul terzultimo posto, i felsinei sono a quota 31, hanno quindi tre lunghezze di vantaggio su un Empoli che ha una partita in meno. 

 

 

Chiudi