Notizie Risultati
Serie A

Inter, Barella: "Non sopporto il fantacalcio, mi insultano se gioco male..."

12:56 CEST 05/10/19
Barella Belgium Italy Euro U21
Nicolò Barella ammette di non avere un bel rapporto con il fantacalcio: "La gente se la prende con me, vorrei tanto mandarli a quel paese".

In Italia è uno dei giochi più praticati, probabilmente quello con il seguito maggiore: il fantacalcio unisce migliaia - forse milioni - di allenatori virtuali che ogni settimana si sfidano per raggiungere la gloria nelle rispettive leghe di appartenenza.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Spesso capita che anche i calciatori siano degli appassionati, alcuni addirittura si auto-acquistano all'asta: altri, invece, come Nicolò Barella, il fantacalcio lo detestano per mille motivi che lo riguardano direttamente.

Nel corso dell'intervista concessa a 'La Gazzetta dello Sport', il centrocampista dell'Inter ha spiegato il perché di questo scarso feeling.

"Cosa mi dà fastidio del calcio. Le falsità. Poi il fantacalcio: non il gioco in sé, ma c’è gente che mi insulta perché mi dice di aver perso la partita per colpa mia... come se io fossi contento di una mia brutta prestazione. Ecco, vorrei tanto mandarli a quel paese. E poi non sopporto le etichette. Come il fatto di essere un cattivo".

Insomma, l'astio nutrito da Barella è figlio delle eccessive aspettative della gente nei suoi confronti: una vera e propria malattia per il fantacalcio di cui l'ex Cagliari non riesce proprio a capacitarsi.