Handanovic e quel desiderio: "Mi piacerebbe tornare all'Udinese un giorno"

Commenti()
Getty
Samir Handanovic non nasconde un suo desiderio per il futuro: "All'Udinese sono stato benissimo, spero di tornare lì un giorno".

Samir Handanovic ha lasciato un ottimo ricordo all'Udinese, squadra che lo ha consacrato come uno dei migliori portieri della Serie A. Nel 2011 è stato acquistato dall'Inter ma sembra non aver dimenticato gli anni passati in Friuli dove ha conquistato, in due occasioni, l'accesso al playoff di Champions League.

Gasperini: "Inter, i giocatori mi rifiutarono"

Intervistato in esclusiva ai microfoni di 'TuttoUdinese', il portierone sloveno ha ricordato quella positiva esperienza: "Ha rappresentato una costante crescita da calciatore e da uomo. A Udine sono migliorato nel mio lavoro e imparato sempre più come ci si deve comportare fuori e dentro dal campo. Il ricordo più bello è il terzo posto che abbiamo guadagnato nel 2011-2012, siamo tornati a Udine e i tifosi erano felicissimi e ci hanno aspettati in aeroporto e io non pensavo che potesse succeder una cosa del genere. Il rimpianto maggiore, invece, è stato il preliminare contro l’Arsenal, purtroppo non l’abbiamo giocato con la migliore formazione possibile".

Nessun dubbio sulle parate che gli sono rimaste nel cuore durante quegli anni ad Udine: "Ne scelgo due. Arsenal-Udinese quando abbiamo perso 1-0, feci una bella parata su un tiro ravvicinato di Walcott, in contrattempo, al 90’. L’altra contro il Siena a Udine: abbiamo vinto la partita, ma ricordo quella parata perché era una situazione sulla quale mi ero allenato tanto e, in quella situazione, era molto difficile intervenire".

Infine un augurio: "Il mio carattere è molto simile agli abitanti di Udine e di quella zona del Friuli. Per questo ci siamo sempre trovati bene insieme. Mi fa sempre piacere tornare a Udine, sia quando gioco, sia quando torno qualche volta in Slovenia e mi fermo a salutare gli amici che ho li. Un giorno spero di tornarci".

 

Chiudi