Notizie Risultati
Serie A

Di Francesco promuove la Roma: "Contento della reazione"

23:17 CET 22/12/18
Di Francesco Juventus Roma Serie A
Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, commenta la sconfitta patita contro la Juventus: “Siamo mancati in fase di finalizzazione”.

Alla Roma non è bastata una buona prestazione per riuscire a fermare l’incredibile cammino della Juventus. I giallorossi allo Stadium sono stati sconfitti per 1-0, ma possono comunque dirsi soddisfatti per quella che è stata la loro reazione soprattutto nel secondo tempo.

Rivedi Juventus-Roma on demand: attiva il mese gratuito

Eusebio Di Francesco, intervistato ai microfoni di DAZN dopo il triplice fischio finale, si è detto soddisfatto di quanto fatto vedere dalla sua squadra.

Roma diversa tra il primo e secondo tempo? Ci può stare in una partita, si sono viste anche due Juventus diverse. La nostra squadra viveva delle paure accumulate nelle partite precedenti, c’erano poche sicurezze, nella ripresa però i ragazzi si sono lasciati andare, hanno accettato più duelli. Siamo stati bravi nel gestire il pallone, siamo mancati nelle scelte finali e nel concretizzare. La differenza l’ha fatta il fatto che la Juventus appena aveva l’occasione calciava a rete, noi no. Si vede che c’è una diversa maturità nelle due rose, io però sono felice della reazione della mia squadra”.

Il tecnico giallorosso ha spiegato il perché della scelta iniziale di difendere a tre.

“Volevo più densità al centro e far impostare a Kolarov, facendo avvicinare i due attaccanti al fine di creare buone linee di passaggio. Venivamo da un momento difficile e lo sapevamo, abbiamo cercato un diverso impatto dal punto di vista fisico. A volte la cosa ci è riuscita ed altre volte meno”.

Secondo Di Francesco è stato l’atteggiamento l’aspetto più positivo della partita della Roma.

“Ho visto l’atteggiamento giusto e la voglia di cercare duelli individuali. Alla Roma è mancata la finalizzazione della grande mole di gioco che ha prodotto. Non è facile tenere la Juve per tanto tempo nella propria metà campo e in casa loro, alla fine però devi concretizzare. Potevamo fare scelte migliori, è venuta meno l’esperienza”.

Il tecnico giallorosso si è detto soddisfatto dalla prova fornita da Schick.

“L’ho visto in partita, deve arrivare di più al tiro. Oggi non era facile, ma ha fatto bene ciò che gli avevo chiesto. Poteva attaccare di più la porta, ma il suo contributo l’ha dato”.