Notizie Risultati Live
Serie A

7 punti che pesano: Roma mai così lontana dalla Juventus negli ultimi 4 anni

08:34 CET 19/12/16
Edin Dzeko Juventus Roma Serie A
Con la sconfitta di Torino, il divario della Roma nei confronti della Juventus è arrivato a quota 7 punti: negli ultimi 4 anni mai era stato così ampio a questo punto del torneo.

Quel goal di Higuain rischia di avere un peso specifico altissimo nel corso della stagione, sempre più segnata dallo strapotere della Juventus e dall'impotenza di una Roma che ha confermato l'impressione di una fatica immane al di fuori dell'Olimpico, con un ruolino di marcia all'attivo che è da brividi.

I giallorossi hanno collezionato appena tre vittorie, due pareggi e ben quattro sconfitte in trasferta, numeri che certificano quanto gli uomini di Spalletti soffrano quando non si gioca nella Capitale: dati da squadra di metà classifica, condizionati dal fatto che mai a questo punto della stagione erano arrivati così tanti passi falsi.

Nainggolan: "Non siamo peggio della Juventus"

Cosa ancor più grave per i giallorossi - che rispetto ad un anno fa hanno soltanto tre punti in più - è che il distacco con la Juventus è aumentato a quota 7 punti: se prendiamo in considerazione le ultime quattro stagioni, si tratta del divario più ampio a questo punto del campionato.

Nel 2013/2014 - prima stagione di Rudi Garcia in panchina - il distacco dalla Juventus era di 5 lunghezze, con 0 sconfitte all'attivo dopo 17 giornate. Un anno dopo si passa ad un divario di un solo punto con 2 passi falsi, mentre la scorsa stagione la Roma fece registrare 3 sconfitte ed un punto di distacco dai bianconeri.

Sicuramente quest'anno può aver influito, dal punto di vista psicologico, la precoce eliminazione dalla Champions League nel playoff contro il Porto, arrivata quasi come un fulmine a ciel sereno che ha spezzato le certezze dei giocatori, che si sono concessi troppe battute d'arresto per poter ambire alla prima posizione.

Fanno riflettere, ed anche tanto, le parole di Szczesny: "Dobbiamo pensare più da uomini e meno da ragazzi, la differenza con la Juventus non sta nella qualità ma nella mentalità con cui si affronta le partite". E se lo dice lui c'è da credergli.