Grandi manovre Inter: dentro Lukaku e Dybala, Sanchez e Dzeko gli indiziati per l'addio

Dzeko Sanchez InterGetty

Anziché di inizio estate, per i tifosi dell'Inter questi sono giorni più vicini al Natale che ad altro: i rumors sul sempre più probabile ritorno alla base di Romelu Lukaku e dell'affondo, ormai constatato, per l'ingaggio di Paulo Dybala, non fanno altro che alimentare i sogni di gloria del popolo nerazzurro.

Due entrate importanti, a cui però dovranno corrispondere altrettante uscite: è nota da tempo la necessità di chiudere il calciomercato in attivo per la società di Viale della Liberazione, ragion per cui qualcuno dovrà fare spazio ai nuovi arrivi.

Con gli innesti del belga e dell'argentino, Simone Inzaghi si ritroverebbe a disposizione un attacco dalla portata 'atomica': assieme a Lukaku e Dybala anche Lautaro, Correa, Dzeko e Sanchez. Proprio questi ultimi due sembrano essere gli indiziati principali per una cessione, senza dimenticare i ritorni di Satriano e Pinamonti che saranno pedine da sfruttare per altre operazioni.

Nel caso del cileno, l'addio è stato già preventivato da tempo: Marotta e Ausilio hanno sempre l'obiettivo di alleggerire il monte ingaggi, e i 7 milioni netti percepiti dall'ex Udinese rappresentano un bel fardello di cui poter fare volentieri a meno; di milioni il bosniaco ne guadagna invece 5, ma anche qui la separazione appare inevitabile.

Dzeko ha chiuso la stagione con 17 reti all'attivo, bottino più che soddisfacente alla luce delle 36 primavere e dello status di 'erede' di Lukaku: investimento quasi a costo zero dalla Roma, dopo i 115 milioni incassati per la cessione al Chelsea di 'Big Rom'. Insomma, un apporto alla causa eccellente se paragonato all'entità economica del suo sbarco a Milano.

Meno a rischio, rispetto a Sanchez e Dzeko, è Joaquin Correa: nonostante un'annata condizionata dai problemi fisici, il 'Tucu' è intenzionato a rimanere per continuare a giocarsi le proprie carte, attratto dall'idea di poter condividere campo e spogliatoio con l'amico Dybala, compagno (per ora) di vacanze assieme alle rispettive fidanzate.

Una cessione di Correa, peraltro, risulterebbe più difficile da coprire a bilancio, considerati i 30 milioni elargiti alla Lazio non più tardi di qualche mese fa, quando è scattato l'obbligo di riscatto: condizione che non interessa Sanchez e Dzeko, il cui futuro all'Inter è sempre più appeso ad un filo sottilissimo.