Dzeko resta in panchina: la Juventus attende novità

Commenti()
Edin Dzeko - Verona Roma - Serie A 2020/21
Getty
Dzeko è rimasto seduto in panchina durante Verona-Roma, a bloccare lo sbarco a Torino solo le difficoltà tra Milik ed il Napoli.

E' risaputo: la fretta è cattiva consigliera. Tuttavia, considerando l'inizio della nuova stagione ormai dietro l'angolo, velocizzare i tempi rappresenta una chiave di lettura primaria. Per la Juventus e, dunque, anche per Andrea Pirlo. 

Il tecnico bresciano, tra l'indisponibilità di Dybala e l'addio di Higuain, in attacco contro la Sampdoria dovrà fare di necessità in virtù. Avanti tutta con Cristiano Ronaldo e Kuluseveski, chiamati a trascinare la truppa bianconera al primo successo in campionato.

Dopodiché, da lunedi, tutti i giorni saranno buoni per l'approdo di Edin Dzeko all'ombra della Mole. Tutto fatto con la Roma sulla base di 16 milioni, tutto fatto con il giocatore sulla base di un biennale da 7.5 netti annui.

L'articolo prosegue qui sotto

Manca, però, l'atto finale: il via libera del Napoli per Arkadiusz Milik. Il centravanti polacco, ormai in rotta totale con gli azzurri, aspetta il semaforo verde per poter approdare in giallorosso. Anche qui, intesa definita in ogni minimo dettaglio; con tanto di (prime) visite mediche - positive - effettuate a Saint Moritz.

Guerra di nervi, fino alla fine. La strada è stata tracciata e, proprio per questo motivo, Paulo Fonseca nella difficile trasferta di Verona ha deciso di escludere il bomber bosniaco dalla formazione titolare senza farlo subentrare neppure a gara in corso.

Scherzi del destino. Se tutto filerà liscio, Dzeko farà il suo debutto alla corte di Madama proprio contro la Roma. Uno scenario plausibile, concreto, spalleggiato dalla ferma volontà della Vecchia Signora, che aspetta solamente il placet dalla capitale per avviare il classico iter delle visite mediche.

Chiudi