Cristiano Ronaldo a rischio per Juventus-Barcellona: cosa dice il Protocollo UEFA

Commenti()
Cristiano Ronaldo Juventus
Getty
Cristiano Ronaldo dovrà risultare negativo al COVID-19 almeno 7 giorni prima della partita per essere a disposizione contro il Barcellona.

Cristiano Ronaldo rischia fortemente di saltare Juventus-Barcellona, big match della seconda giornata della fase a gironi di UEFA Champions League. Il fuoriclasse portoghese, dopo essere risultato positivo al COVID-19 nei controlli effettuati in Nazionale in queste ore, sarà costretto a saltare sicuramente Dynamo Kiev-Juventus, gara d'esordio dei bianconeri in programma martedì 20 ottobre, e sembra molto probabile la sua assenza anche nella tanto attesa super sfida contro Messi e i blaugrana, in calendario mercoledì 28 ottobre.

Il Protocollo UEFA prevede infatti che per avere il via libera a scendere in campo in una competizione europea un giocatore deve essere dichiarato clinicamente guarito e negativo al COVID-19 almeno una settimana prima della gara in questione, in quanto la documentazione completa relativa allo stato di salute del giocatore, con l'esito degli esami, deve essere inviata all'UPAP (UEFA Protocol Advisory Panel) per essere analizzata e approvata.

Per CR7 è di fatto una corsa contro il tempo, visto che la partita contro il Barcellona è in programma tra 15 giorni: Ronaldo avrà bisogno dunque di negativizzarsi entro mercoledì 21 ottobre. Per assistere alla prima sfida da juventino contro Messi bisognerà dunque attendere molto probabilmente il return match, previsto per l'8 dicembre.

Oltre alla sfida contro la Dynamo Kiev, il numero 7 bianconero salterà almeno anche le prossime due gare di campionato, contro Crotone e Verona.

Chiudi