Protagonista a Euro 2016: Chiellini, fiducia per Italia e Juventus

Commenti()
Giorgio Chiellini Italy Spain Euro 2016
Getty Images
Le percentuali globali proposte da Chiellini contro la Spagna testimoniano come l'Italia non possa fare a meno del difensore mancino.

In una delle stagioni più difficili della sua carriera, Giorgio Chiellini – ancora una volta – è riuscito a venirne a capo. Al di là della rete rifilata alla Spagna, il roccioso centrale toscano ha dimostrato di vantare una condizione atletica ottimale e, indubbiamente, per Antonio Conte questa è una notizia estremamente positiva.

Solamente 34 presenze a caratterizzare l'ultima annata di Chiellini con la Juventus, chiacchiericci legati all'integrità del soggetto spazzati via – tra la finale di Coppa Italia e il contributo sinora proposto a Euro 2016 – il modo migliore per zittire le malelingue. E il c.t. azzurro, dal canto suo, ha sempre creduto nelle capacità di un guerriero dal cuore infinito.

Le percentuali globali proposte da Chiellini contro la Spagna, inoltre, testimoniano come l'Italia non possa fare a meno del terminale mancino che va per la maggiore in Europa. Uno con queste caratteristiche, pur adattando all'occorrenza Ogbonna, per l'Italia è merce rara. Ecco perché, optando per allenamenti mirati, lo staff atletico nel pre-Europeo s'è concentrato su un lavoro certosino e, visti i risultati, anche produttivo.

Il “Chiello” nelle battaglie si esalta. E se deve far sentire tutta la sua mole fisica contro un (ex) compagno, come accaduto nel caso di Morata, non le manda certamente a dire; dalle sue parti – se al top dello status fisico – difficilmente si passa.

Ecco la Goal 50: i migliori 50 giocatori al mondo

Insomma, gli Azzurri – toccando ferro – s'affidano completamente alla bontà del pacchetto arretrato e, parallelamente, di riflesso questo percorso proiettato nuovamente verso la miglior brillantezza agevolerà i piani della Juventus sul mercato.

I bianconeri, nonostante l'esplosione di Rugani, per cercare di dormire sonni tranquilli stanno valutando la possibilità di acquisire un nuovo profilo. Benatia del Bayern Monaco, in prestito con diritto di riscatto, si potrebbe rivelare un buon affare ma c'è da superare la concorrenza della Roma. Mentre Mustafi del Valencia, già noto al calcio italiano, non entusiasma più del dovuto gli uomini di corso Galileo Ferraris.

Nel passaggio dell'Italia ai quarti di finale siglati Euro 2016, c'è molto di Chiellini. Non solo per il goal – significativo – segnato affrontando la Spagna, ma anche globalmente per una questione di esperienza e affidabilità. E contro la Germania, estendendo il concetto all'intero reparto, le speranze azzurre passano principalmente dalla miglior BBC.

I giornalisti di Goal sono muniti di Samsung Galaxy S7 e Gear 360

Chiudi