La 'Manita' di Allegri: 5° Scudetto con la Juventus, futuro ancora bianconero

Commenti()
Goal
Max Allegri festeggia il quinto scudetto alla guida della Juventus. E nelle prossime settimane incontrerà la dirigenza per definire il futuro.

Massimiliano Allegri suona la Quinta sinfonia. Altro giro, altro scudetto. Ormai la normalità per un allenatore vincente. Chi trova il livornese, numeri alla mano, trova un tesoro. Bravo tanto in termini di titoli quanto nell'ottimizzazione degli effettivi a disposizione, tema costantemente caro alla Juventus  Sorride la Signora, alle prese con l'ottavo tricolore di fila. Sorride il tecnico toscano, sempre più a suo agio al timone bianconero: pur reduce dalla cocente delusione europea.

Madama si gode la leggenda. E molto del merito, ovviamente, va attribuito proprio a Max. Una serie A, quella che si avvia al capolinea, senza storie: comandata – dal primo all'ultimo – da una squadra ancora incredibilmente affamata di successi. Insomma, prova di forza disarmante.

Spicca, tanto per cambiare, la figura della società. In estate, optando per alzare ulteriormente l'asticella, gli uomini della Continassa hanno plasmato un'autentica fuoriserie. Dal colpo del secolo – Cristiano Ronaldo – ad altri giocatori funzionali al progetto tattico: Joao Cancelo, Emre Can, Leonardo Bonucci e Mattia Perin. In definitiva, abbondanza a non finire. Musica per le orecchie di Allegri, che fa della duttilità il suo punto di forza. Impossibile, su queste basi, non centrare l'obiettivo. E infatti, perlopiù vincendo entrambi gli scontri diretti, la Juventus ha rifilato al Napoli un distacco abissale, nonché impensabile ai nastri di partenza.

Allegri

Ora, però, l'attenzione generale si sposta verso il futuro. Allegri, legato ai bianconeri fino al 2020, a bocce fermerà incontrerà la dirigenza per definire le mosse del domani. La sensazione, e forse qualcosina in più, è che la società punti a consolidare questo matrimonio. Al tempo stesso, seppur intrigato da un'eventuale esperienza all'estero, Max non sarebbe così propenso a lasciare la Juve così facilmente. D'altro canto, abbandonare una Vecchia Signora così lanciata non sembrerebbe proprio cosa buona e giusta.

Inter e sirene straniere. La voce nerazzurra, al momento, non trova conferme. Il grande sogno di Suning si chiama Antonio Conte e farà di tutto per realizzarlo. Uscendo dai confini nostrani, invece, nei mesi scorsi sarebbe andato in scena un sondaggio del Real Madrid, che poi – in preda all'emergenza, ha deciso di virare nuovamente su Zinedine Zidane. Quadro globale, quindi, che sembrerebbe votare il partito della permanenza. “Ho incontrato il presidente – così Allegri post eliminazione con l'Ajax e gli ho comunicato la volontà di rimanere ”. Tutti felici?

Chiudi