Juventus, massima fiducia in Rugani: arriverà il suo momento

Commenti()
L'agente del centrale toscano, Davide Torchia, spiega a Radio VS: “La Juve ha tanti difensori bravi, Daniele deve farsi trovare pronto”.

La Juventus ha subito un solo goal nelle ultime quattordici partite. L'ultimo a bucare la porta bianconera, realizzando una rete ininfluente, è stato Martin Caceres a Verona. Complessivamente, oliando chirurgicamente i meccanismi difensivi, la Vecchia Signora è tornata a profondere la solidità dei tempi migliori. Merito del collettivo, ma anche delle individualità. Non è stato semplice per Max Allegri capire su chi puntare e come farlo, diversi tentativi andati in scena nella prima parte di stagione, che non sempre sono sfociati nella produttività. Nome e cognome: Daniele Rugani.

Il 23enne difensore toscano, dopo la cessione di Leonardo Bonucci, avrebbe dovuto conseguire l'annata della consacrazione. E, invece, viaggia ancora tra alti e bassi. Nonostante la società bianconera punti fermamente sulle qualità dell'ex Empoli, il numero 24 bianconero stenta a decollare. Rimanendo alla stretta attualità: qualche bella prestazione, ma anche tanta fatica contro – ad esempio – Genoa e Sampdoria, superato in lungo e in largo da Andrej Galabinov e Duvan Zapata. Contributi che hanno portato l'allenatore livornese a rivedere i suoi pieni e, parallelamente, a responsabilizzare Medhi Benatia, il quale ha risposto alla grandissima. Ora, al netto dell'imprescindibile turnover, il tecnico toscano ha trovato la coppia titolare. Formata, appunto, dal marocchino e dal solito Giorgio Chiellini. Prima alternativa: Andrea Barzagli. Dopodiché il biondino e – quando rientrerà – Benedikt Howedes.

L'articolo prosegue qui sotto

Un quadro che, considerando le settimane chiave in arrivo, non dovrebbe proporre grossi scossoni in termini di gerarchie. Ecco, dunque, gli inevitabili chiacchiericci di mercato. Spenti immediatamente dall'agente di Rugani, Davide Torchia, ai microfoni di 'Radio VS': “Daniele ha giocato spesso all'inizio, poi è stato penalizzato dalle rotazioni. In questo di inizio di anno ha avuto un'influenza terribile che l'ha debilitato, ma da oggi è ok. La Juventus ha tanti difensori bravi, lui sa che deve farsi trovare pronto. Cessione? Se lo hanno chiesto in tanti significa che è un ragazzo forte, ma la società non ha mai preso in esame queste richieste. A Torino sanno bene di avere un gioiello in casa. Rugani a 23 anni è nel giro della nazionale e contribuisce alle vittorie della Juventus. Molti grandi del suo ruolo, appartenenti al passato, alla sua età non erano a questi livelli”.

Come ammesso da Torchia, quindi, diversi club italiani ed esteri hanno provato ad apparecchiare la tavola. Anche nella sessione invernale da poco conclusasi. Al di là del Napoli, dove la stima targata Maurizio Sarri non mai passata di moda, anche l'Arsenal resta vigile. In passato, effettuando numerosi tentativi, i londinesi hanno tentato il grande colpo. E anche recentemente, attraverso intermediari legati al mercato d'oltremanica, un contatto embrionale sarebbe andato in scena. Nulla da fare. Rugani per la Juventus resta un giocatore incedibile.

 

Chiudi