Juventus, è il momento di Bentancur: perno dei progetti futuri

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Il centrocampista uruguaiano, alla sua prima stagione in bianconero, ha messo in mostra un bagaglio tecnico interessante. E può ancora crescere.

La Juventus, pur vantando un'invidiabile solidità finanziaria, vota ciclicamente il partito della lungimiranza. I grandi campioni possono anche nascere in casa. Questa, riassumendo, la filosofia bianconera. E qui emerge la figura di Rodrigo Bentancur, da promettente centrocampista del Boca Juniors a certezza per la Vecchia Signora, pur vivendo ancora di (tanti) alti e (pochi) bassi.

Classe '97, alla prima stagione in Italia, il volante sudamericano ha messo in mostra un bagaglio tecnico per nulla banale, culminato in una prestazione diligente contro il Real Madrid. Insomma, non un avversario qualunque. Nell'idea di calcio di Max Allegri, il 20enne di Nueva Helvecia copre le spalle di Miralem Pjanic, mettendo a disposizione le sue qualità anche come mezz'ala. Dinamismo e personalità alla base di tutto, vantando ancora ampi margini di miglioramento. Qui, come spesso accade con i giovani, l'allenatore livornese s'è rivelato il vero artefice di una crescita netta e proficua. I numeri, di livello assoluto, si intravedevano anche in Argentina – e infatti la Juventus ha deciso di investire 9,5 milioni –, ma Bentancur nel Belpaese ha dimostrato di essere un giocatore nato pronto.

Ora, senza grosse pressioni, ecco la fase successiva: provare a scalare le gerarchie. Missione difficile da centrare. Vuoi perché nel capoluogo piemontese la concorrenza è agguerrita. Vuoi perché, nello specifico, Allegri non può fare a meno di Pjanic. Guai, tuttavia, ipotizzare una cessione temporanea. A tal proposito, attraverso un secco no, Madama ha respinto il pressing invernale del Genoa. Dunque, in chiave estiva, il discorso non dovrebbe cambiare. Anzi, il numero 30 della Vecchia Signora si appresta a fare la voce grossa. Perché, per usare le parole del condottiero juventino, se Bentancur non avesse avuto grandi qualità non sarebbe partito titolare né con il Barcellona né con il Real Madrid.

Eppure, proprio nelle grandi notti di Champions League, Max s'è affidato al coraggio ottenendo buone indicazioni individuali. A livello corale, invece, i campioni d'Italia hanno perso per 3-0 sia al Camp Nou sia all'Allianz Stadium. Dietro l'angolo c'è il Crotone e, soprattutto, c'è da sostituire l'infortunato Pjanic. Questa volta, tuttavia, potrebbe spuntarla Marchisio.

Nel frattempo, la Juventus lavora per eliminare il 50% di quota che spetterebbe al Boca Juniors in caso di futura rivendita. Gli uomini della Continassa hanno iniziato ad analizzare la faccenda direttamente con il club di Buenos Aires. Basilare evitare di incappare in brutte sorprese.

Prossimo articolo:
Nations League, Croazia-Spagna: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
La Juventus è già un ricordo: countdown per Marotta all'Inter
Prossimo articolo:
Nations League: calendario, risultati, classifiche e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Italia Under 21-Inghilterra Under 21: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine sportive
Chiudi