2020-01-10 Sandro TonaliGetty Images

Jorginho, Tonali, Pjanic: il piano della Juventus sul regista

A grandi linee, considerando il periodo storico, la Juventus nella prossima sessione di mercato difficilmente proporrà cambiamenti sconvolgenti. Insomma, il modus operandi rimarrà lo stesso: pochi inserimenti ma di qualità. 

Molto - il grosso - coinvolgerà il centrocampo. Perché nel corso dei mesi gli uomini della Continassa si sono accorti di come questo reparto necessiti di qualcosa. Magari accompagnando alla porta chi non ha più nulla, o poco, da dare. Ogni riferimento a Sami Khedira è puramente voluto.

E se il grande obiettivo resta Paul Pogba, pronto a lasciare il Manchester United, anche in cabina di regia Madama potrebbe proporre qualche novità. A maggior ragione se dovesse arrivare un'offerta importante per Miralem Pjanic, da sempre stimato tra i club che vanno per la maggiore.

Premessa. La Juve non ha messo il bosniaco sulla lista dei trasferibili. E non intende farlo. Ma è risaputo come la materia sia delle più volubili e, dunque, una proposta congrua richierebbe di far saltare il banco. Il tutto, inoltre, considerando come la finestra estiva sarà prevalentemente caratterizzata da scambi.

Nelle ultime ore, con grande insistenza, ai bianconeri è stato accostato Jorginho del Chelsea. Vuoi perché davanti alla difesa è uno dei miglior specialisti d'Europa. Vuoi, soprattutto, perché la sua massima espressione calcistica l'ha avuta alla corte di Maurizio Sarri ai tempi del Napoli.

Dunque, stima datata e ancora in voga. Detto ciò, allo stato attuale delle cose, non si registrano contatti sull'asse Torino-Londra. La Juve, infatti, vuole valutare quanto di buono c'è in casa. Nome e cognome: Rodrigo Bentancur.

L'uruguaiano, autore di una prestazione super in Juve-Inter, dà la sensazione di avere le abilità necessarie per giocare in quella zona campo. Quindi, i campioni d'Italia in carica preferirebbero dare la priorità ad altri ruoli. Intendiamoci, ciò non significa che sicuramente il CFO Fabio Paratici non stia facendo valutazioni certosine, ma al momento il regista non viene ritenuto un pensiero assillante.

E poi c'è sempre Sandro Tonali a stuzzicare i pensieri della Juventus, sebbene ad oggi una specializzazione tecnico-tattica non l'abbia ancora trovata. Questione d'età e, soprattutto, di prospettive. Il gioiellino del Brescia viaggia spedito verso il grande salto e, da tempo, è finito nel mirino della Vecchia Signora, pronta a fare sul serio qualora emergessero spiragli concreti.

Pubblicità