Notizie Risultati
International Champions Cup

Buffon 'paratutto' contro l'Inter: la Juventus ha ritrovato una certezza

16:23 CEST 24/07/19
Gianluigi Buffon - Juventus
Buffon parando 3 rigori ha consegnato alla Juventus la vittoria sull'Inter nell'International Champions Cup: ai bianconeri può dare ancora tanto.

Poco da fare: Gianluigi Buffon non tramonta mai. L’estremo difensore carrarino, rientrato alla Juventus dopo una breve parentesi al Paris Saint-Germain, si è rivelato l’elemento decisivo nel fresco successo della Signora sull’Inter nell’International Champions Cup.

Serie A, Serie B, Liga, Ligue 1 e tanto altro: segui il calcio su DAZN

Subentrato nella ripresa, il fuoriclasse toscano ha parato ben tre rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari: stoppati Ranocchia, Longo e Borja Valero. Con anche Barella a un passo dall’errore. Una prova di forza rilevante, l’ennesima, che sottolinea nitidamente i perché di questo matrimonio bis.

Gli uomini della Continassa, infatti, non hanno deciso di riportare SuperGigi a Torino solamente per questioni di spogliatoio. Bensì, e il concetto in Cina è emerso spontaneamente, la Juve ritiene che Buffon possa ancora dare molto sul manto erboso. Certo, il titolare è Wojciech Szczesny e le gerarchie non cambieranno, ma l’ex PSG dal canto suo può ritagliarsi un ruolo importante. Il tutto, ed è l’aspetto più importante a certi livelli, senza possibilità di equivoci.

Sondato nelle scorse settimane da Barcellona, Porto e Fluminense, Gigi ha scelto di tornare a casa. Vuoi perché fortemente legato al mondo bianconero, vuoi perché il rapporto con il presidente Andrea Agnelli non è mai andato in crisi. Anche quando ha prevalso la voglia di provare l’esperienza francese, snobbando così – con un anno d’anticipo – l’opportunità di tuffarsi sul ruolo di secondo. Che, ora, invece è pura realtà.

Buffon ha accettato con entusiasmo la proposta dei campioni d’Italia, ancora alla ricerca di una soluzione per Mattia Perin. Il passaggio al Benfica, infatti, rischia di saltare concretamente. In quanto la Juve, dal punto di vista economico, non ha ancora trovato l’accordo complessivo con il club portoghese, pronto ora a virare su un altro profilo.

Eppure, nonostante questa situazione ancora da sistemare, a Torino hanno scelto di cogliere un'opportunità prestigiosa. Una suggestione divenuta realtà molto rapidamente, con i protagonisti felici di abbracciarsi per una seconda volta. Così come lo stesso Maurizio Sarri ha avallato subito l’operazione, desideroso di inserire presso le stanze segrete un autentico gigante del pensiero.

E, per non perdere le buone abitudini, Buffon ha voluto fin da subito di essere ancora in palla. Prima salvando il salvabile con il Tottenham, e dopo chiudendo la porta a tripla mandata contro l’Inter. Insomma, esistono inizi peggiori.