Zappacosta alla Roma, De Sanctis: “Senza condizioni eccezionali resta fino a giugno”

La Roma presenta ufficialmente Davide Zappacosta. L’esterno riparte dai giallorossi dopo l’esperienza al Chelsea: “Avventura che mi ha dato tanto”.

La Roma presenta ufficialmente uno dei suoi colpi di mercato: Davide Zappacosta. L’esterno destro è approdato in giallorosso dal Chelsea con la formula del prestito fino a gennaio 2020, con l’opzione di prolungare la sua permanenza nella capitale fino al giugno 2020.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

A spiegare il perchè di una formula così particolare è stato il dirigente del club capitolino Morgan De Sanctis.

“Zappacosta arriva in prestito gratuito per sei mesi con rinnovo automatico fino a giugno 2020. Questo se non dovessero verificarsi condizioni eccezionali che riguardano la situazione del mercato in entrata bloccato del Chelsea”.

L’ex Torino, il cui arrivo è stato ufficializzato nella giornata di mercoledì, parlando a Trigoria, ha commentato il suo ritorno in Italia dopo l'esperienza in Premier League.

"Mi sento molto maturato sia a livello umano che a livello caratteriale, ho vissuto un’esperienza che mi ha dato tanto. Non è facile andare a giocare fuori dall’Italia con una cultura diversa, una lingua diversa, un campionato diverso, quasi l’opposto di quello italiano. E’ stata un’esperienza che mi ha dato realmente tanto, anche perchè ho attraversato anche momenti difficili”.

Zappacosta è pronto a scendere in campo per l’esordio in campionato dei giallorossi contro il Genoa.

“Mi sono allenato oggi per la prima volta con la squadra e mi sento bene. Si lavora con grande intensità, ma al Chelsea svolgevamo più o meno gli stessi allenamenti. Non gioco da un po’ di tempo e devo ritrovare un po’ di ritmo partita, ma comunque mi sento molto bene. Sono convinto che non sarà un problema ritrovare la giusta forma”.

Il difensore della Nazionale ha spiegato cosa l’ha spinto a scegliere la Roma, una squadra che non disputerà la Champions League.

“Ho voglia di ripartire e la Roma è sempre stato un grande club. Voglio iniziare un percorso importante qui. Adesso ragioniamo partita per partita, affrontiamo un campionato duro come la Serie A. Solo facendo così arriveranno delle soddisfazioni”.

Giocando nel Chelsea, Zappacosta ha avuto la possibilità di condividere lo spogliatoio con giocatori che conoscono bene la Roma.

“Ne ho parlato con Emerson e Rudiger, mi hanno detto che mi sarei divertito qui, che c’è un tifo che sa trascinarti ed ho già visto che ciò che dicevano era vero. Punteremo a fare il massimo in ogni competizione e ce la metteremo tutto per riuscirci”.

Il nuovo esterno giallorosso non ha parlato dalla sua scelta con il commissario tecnico azzurro Mancini.

“Non l’ho sentito. Io penso che un giocatore debba scegliere il meglio per la propria carriera e per me era impossibile non lasciare l’Italia. Adesso cono contento di essere tornato con un bagaglio più ampio e la Nazionale è certamente tra i miei obiettivi”.

Alla Roma, Zappacosta trova un nuovo allenatore come Fonseca.

“Ha le idee chiare, i concetti sono semplici e non avrò difficoltà nel fare ciò che chiede”.

 

Chiudi