Video con una pistola in mano: l'ex Juventus Diagne si scusa

Commenti()
SHABAB TEAM ــ Mbaye Diagne
Oggi in Cina al Tianjin Teda, Mbaye Diagne è protagonista fuori dal campo: ha pubblicato un video dove lo si vede con un'arma. "Non accadrà più".

Ricordate Mbaye Diagne, la meteora che la Juventus prelevò direttamente dalla Lega Pro Seconda Divisione nel 2013, sperando magari di ritrovarsi in casa un nuovo Moreno Torricelli? Bene: oggi gioca in Cina, tra il pallone e qualche problema extracampo.

Attaccante del Tianjin Teda, Diagne ha pubblicato qualche giorno fa sui social un video nel quale lo si vede maneggiare un'arma. Non è che una pistola giocattolo, per carità, ma tanto è bastato per suscitare la reazione indignata del calcio cinese, sul modello di quanto accaduto qualche tempo fa al neo genoano Centurion.

Diagne è stato così costretto a rimuovere il video e successivamente a scusarsi: "Credevo fosse una cosa divertente, che il mio comportamento non avesse infranto le leggi cinesi", si è giustificato.

"Dopo che il video è stato condiviso, il mio club mi ha immediatamente contattato - ha proseguito Diagne - Così ho cancellato il video e portato la pistola alla Polizia. Chiedo scusa per l'influenza negativa del mio comportamento. In futuro rispetterò sempre le leggi cinesi".

Può dunque proseguire l'avventura asiatica di Diagne, che nel 2016 il Tianjin Teda ha acquistato dalla Juventus in cambio di un milione di euro: a Torino il senegalese non aveva giocato nemmeno una partita, venendo prestato in Belgio, Arabia Saudita e Ungheria.

Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine sportive
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Roma, Schick richiesto dal Tottenham: no dei giallorossi
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Diawara chiesto al Napoli: no degli azzurri
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Genoa, ipotesi Stepinski
Chiudi