Rangnick dice addio al Manchester United: "Non sarà consulente del club"

RANGNICKgetty

L'addio come allenatore era stato ufficializzato già da qualche settimana, quando il Manchester United aveva nominato come nuovo tecnico della prima squadra l'ex Ajax Erik Ten Hag. Nelle ultime ore, però, per Ralf Rangnick è arrivato il momento dei saluti definitivi.

Definitivi, sì, e questa è la novità: il neo-commissario tecnico della Nazionale austriaca non rimarrà ai Red Devils, come precedentemente stabilito.

L'idea, infatti, era quella di affidare all'allenatore tedesco ruoli da consulente esterno, in stretto rapporto con la dirigenza: così non sarà.

"Ralf Rangnick ha annunciato che non rimarrà al Manchester United come consulente a causa delle esigenze del suo nuovo ruolo da commissario tecnico dell'Austria", recita la nota ufficiale.

Arrivato a inizio dicembre subentrando a Solskjaer, Rangnick ha collezionato 11 vittorie, 9 pareggi e 9 sconfitte tra tutte le compezioni con i Red Devils, chiudendo al sesto posto in Premier League.

"Vorremmo ringraziare Ralf Rangnick per i suoi sforzi come manager ad interim negli ultimi sei mesi. Di comune accordo, Ralf si concentrerà ora esclusivamente sul suo nuovo ruolo di allenatore della Nazionale austriaca e non assumerà quindi un ruolo di consulenza dalle parti di Old Trafford".