Non c'è solo Mbappé: Juve, attenta a Lemar e Bernardo Silva

Thomas Lemar Bernardo Silva Monaco
Getty
Si parla tanto di Mbappé, ma la grande stagione del Monaco è anche figlia del talento di Lemar e Bernardo Silva, due frecce che la Juve deve temere.

Il Monaco è la grande rivelazione di questa stagione in Europa, ma l'esplosione di Mbappé ha fatto forse passare un po' sottotraccia la definitiva consacrazione di due grandi talenti come Thomas Lemar e Bernardo Silva.

Il primo, francese classe '95, gioca a sinistra mentre il secondo, portoghese classe '94, gioca a destra. Sono le frecce del Monaco, due frecce che la Juventus dovrà stare molto attenta a schivare.

Lemar ha avuto una crescita esponenziale, nel giro di un paio di mesi è passato da promessa a punto fisso della squadra di Jardim. Merito della sua abilità palla al piede, della sua capacità di inserimento e di incidere praticamente sempre nell'arco di una partita.

I numeri parlano per lui: 8 goal e 6 assist in Ligue 1, 2 goal e 5 assist in Champions League. Nella fase a eliminazione diretta ha sfornato 4 assist consecutivi, l'ultimo a riuscirci era stato un certo Iniesta nel 2011.

La chiamata della Nazionale francese è stata una logica conseguenza, così come l'interesse delle big europee, tra le quali c'è proprio la Juventus che adesso avrà l'occasione di studiarlo da vicino.

Per Lemar anche la soddisfazione di essere inserito, insieme al compagno Mbappé, nella lista dei candidati per il premio di migliore giovane della Ligue 1.  E a proposito di candidati, anche Bernardo Silva lo è, ma per il premio di miglior giocatore in assoluto.

Il portoghese si contenderà il titolo con Cavani, Verratti e Lacazette. Una bella soddisfazione per un giocatore assolutamente completo, dotato di un magnifico sinistro e capace come Lemar di essere quasi sempre determinante nelle partite del Monaco. Anche per lui parlano i numeri: 6 goal e 9 assist in questa stagione di Ligue 1.

Quando era nelle giovanili del Benfica si è guadagnato il soprannome di 'O Messizinho', l'anno scorso sembrava aver fatto un passo indietro in termini di prestazioni, ma Jardim lo ha saputo gestire nel modo migliore, plasmadolo alla perfezione per il suo gioco. Nei momenti decisivi c'è sempre e sa realizzare goal pesanti, come quello del pareggio all'ultimo respiro al Parco dei Principi contro il PSG lo scorso gennaio.

Nell'ultima partita vinta a Tolosa entrambi sono stati decisivi, Bernardo Silva con un assist e Lemar con un goal. Juve, è proprio il caso di dirlo, attenta a quei due.

Chiudi