Morte Reyes, il Siviglia allestisce la camera ardente al Sanchez Pizjuan

Commenti()
Il Siviglia ha deciso di allestire la camera ardente di Josè Antonio Reyes allo stadio Sanchez Pizjuan.

Il mondo del calcio, il giorno dopo il triste accaduto, continua a piangere la figura di Josè Antonio Reyes, morto in un incidente stradale a soli 35 anni.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il Siviglia, squadra nel cui settore giovanile è cresciuto, ha infatti deciso di allestire la camera ardente allo stadio Sanchez Pizjuan. Dalle ore 17 sono infatti tantissime le persone che stanno volendo rendere omaggio al calciatore.

Tra i più commossi Diego Capel, con il quale ha vissuto tanti momenti in maglia biancorossa, i compagni di squadra dell'Extremadura e il direttore sportivo del Siviglia Monchi, giunto insieme alla moglie. E' arivata anche una delegazione del Real Madrid composta da Perez, Butragueno, Sergio Ramos (che ieri ha salutato l'ex compagno con un messaggio su Twitter) e Raul. 

L'attuale capitano del Real Madrid ha voluto, ai microfoni dei giornalisti intervenuti, commentare quanto accaduto.

"E' un giorno triste da affrontare, anche a livello personale. E' stato un colpo duro, non possiamo assimilare una cosa del genere in così poco tempo. La perdità di Josè è qualcosa di grave per tutti, era un grande amico. C'era già toccata una cosa simile quando è morto Antonio Puerta".

La Federcalcio spagnola ha inoltre comunicato che Reyes sarà insignito della medaglia d'oro e brillanti, una delle più alte onorificenze.

Chiudi