Milan, Gattuso soddisfatto: "La mia squadra mi piace, serve fame"

Commenti()
Dopo la vittoria contro il Cagliari, Gattuso ha spiegato la ricetta per la Champions: "Non voglio sentire un 'io', conta solo il Milan".

Una vittoria che torna a posizionare il Milan dietro all'Inter, al quarto posto, lasciandosi dietro Atalanta, Roma e Lazio. Un distacco minimo, un punto, che però potrebbe anche galvanizzare la squadra di Gattuso.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Nel post-partita Gattuso si gode il momento, ma sempre attento a non far 'montare' i suoi ragazzi dopo questa bella striscia di risultati positivi.

"Siamo stati bravi oggi, abbiamo espresso un buon calcio, anche se all'inizio della partita potevamo avere un atteggiamento migliore, soprattutto a centrocampo - ha detto Gattuso a 'Sky Sport' - Ma già da un po' di tempo la mia squadra mi piace, stiamo riuscendo a fare entrambe le fasi".

Il Milan attualmente si trova al quarto posto, ma alle sue spalle ci sono Atalanta, Roma e Lazio che aspettano solo un passo falso.

"Dobbiamo avere fame e voglia in questi mesi per restare al quarto posto. Dobbiamo mettere al primo posto la squadra, non voglio sentire più un 'io'. Era tanto tempo che il Milan non arrivava in primavera con la possibilità della Champions League aperta".

Come squadra il Milan è sicuramente cresciuto, ma anche sui singoli va fatto un ragionamento a parte. E Gattuso lo sa bene.

"Calhanoglu non segna, è vero, ma dobbiamo anche vedere il suo sacrificio, quanti chilometri macina e la sua posizione in campo. A me è un giocatore che piace, anche se ovviamente mi aspetto di più. Bakayoko? Quello davanti la difesa è il suo ruolo, ma adesso che torna Biglia potrebbe essere un problema. Ci penseremo a tempo debito, magari sarà utile il francese anche da interno".

Chiudi