Notizie Partite
Mondiali

Messi tra la finale dei Mondiali con l'Argentina e il PSG: "Credo voglia restare"

20:28 CET 16/12/22
Messi Al Khelaifi
La "Pulga" si trova ad affrontare un crocevia importante per l'ultima parte della sua carriera, mentre il proprietario del club parigino si espone.

Saranno giorni che segneranno irreversibilmente il finale di carriera di Lionel Messi, questi, e che accompagneranno lo stesso alla finale dei Mondiali in Qatar.

La gara tra l'Argentina e la Francia rappresenterà il culmine di un percorso che ha visto la "Pulga" protagonista assoluto di una competizione "accesa" dalle sue giocate, sì, ma anche dai suoi goal e dai record registrati.

Contro i Bleus, dovesse giocare tutti e 90 i minuti Messi supererà Paolo Maldini come minuti giocati ai Mondiali, ma anche solo scendendo in campo diventerà il giocatore con più presenze a un campionato del Mondo, a quota 26 partite, superando Matthaus.

E, per concludere, sarà la sua ultima partita in un Mondiale: lo ha già annunciato, tracciando il suo futuro che, però, per quel che riguarda i club è ancora tutto da scrivere.

Messi ha un contratto fino a giugno 2023 con il PSG, ma sono insistenti le voci circa un suo possibile trasferimento in MLS o un ritorno in patria, al Newell's Old Boys, squadra in cui è cresciuto, ma quest'ultimo legato all'eventuale vittoria dei Mondiali, come affermato anche dal "Kun" Sergio Aguero a ESPN.

Intervenuto ai microfoni di RMC, il presidente del PSG, Nasser Al-Khelaifi, si è esposto circa il futuro del calciatore argentino a Parigi.

"Se saremo d'accordo, prolungheremo il contratto: ci siamo detti che ne avremmo parlato dopo i Mondiali. E' molto contento al PSG, sta facendo un'ottima stagione: credo che voglia restare...".

Per adesso, però, tutto con il dubitativo: perché il finale di carriera di Leo Messi potrebbe cambiare velocemente. Dipenderà molto dalla gara tra Argentina e Francia: un crocevia importantissimo, da non perdere.