Mancini chiaro su Balotelli: "Per lui non posso fare più niente"

Commenti()
Mancini analizza la situazione di Balotelli, ancora senza squadra a metà agosto: "Non ha fatto una preparazione: deve riflettere, non è normale".

Considerato da sempre il padre calcistico di Mario Balotelli , Roberto Mancini è tornato a parlare della situazione che l'attaccante italiano si sta trovando a vivere in questi mesi.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'articolo prosegue qui sotto

Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1 sono già iniziate e la Serie A è ormai pronta a partire. Eppure Balotelli è ancora senza squadra, svincolato dopo la fine dell'esperienza al Marsiglia.

Una condizione della quale Mancini ha sottolineato i lati negativi, intervistato da 'La Gazzetta dello Sport'. Il CT della Nazionale italiana ha infatti puntato il dito contro il giocatore.

"Il paradosso è che a 29 anni, e per il secondo anno di fila, a meno di dieci giorni dall’inizio del campionato non abbia ancora la certezza assoluta di una squadra. Non ha fatto una preparazione, non si è allenato regolarmente: deve riflettere, non è normale ".

A offrire una nuova chance a 'Super Mario' pare poter essere ora il Brescia . Le Rondinelle sono infatti pronte a puntare su Balotelli per quella che sarà la prima stagione in Serie A dopo la promozione. L'opzione di un trasferimento dell'attaccante al Flamengo, in Brasile, è infatti definitivamente saltata.

"Non è questione di Italia o di Brasile ma di trovare una squadra, finalmente. E se sarà una buona soluzione non dipenderà dal Brescia, ma da lui: magari giocando più vicino a casa si sentirà più tranquillo ma non basterà. Io gli voglio bene ma per lui non posso fare più niente: deve pensare che è nel pieno della sua carriera e che ha ancora tanto da dare. Se vuole ".

Parole molto chiare, quelle pronunciate da Mancini. Balotelli sa cosa deve fare se vuole riconquistarlo.

Chiudi