Notizie Risultati Live
Premier League

Klopp a Goal: "Con Guardiola c'è rispetto, mi ha chiamato dopo la finale di Champions"

14:16 CEST 03/08/19
Pep Guardiola Jurgen Klopp Manchester City Liverpool 2016-17
Jurgen Klopp, a Goal, parla del feeling con Guardiola e svela un retroscena: "Dopo la finale di Champions abbiamo scherzato e parlato della stagione".

Sul campo si giocano la Premier League, ma fuori dal rettangolo verde scorre buon sangue. Ottimo. Protagonisti Jurgen Klopp e Pep Guardiola, che come svelato dal tecnico del Liverpool in esclusiva a Goal sono in contatto e si stimano.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'allenatore dei Reds, parlando del 'collega' al timone del Manchester City, spiega il rapporto tra i due e svela un curioso retroscena legato alla finale di Champions vinta dal Liverpool a Madrid contro il Tottenham.

"Dopo la partita Guardiola mi ha chiamato tramite Lee Nobes, il nostro capo dei fisioterapisti, che ha lavorato con lui. Lee mi ha passato il telefono e ho letto 'Pep' sul display. Pensavo fosse il mio Pep, poi invece ho capito che si trattava di Guardiola!".

"Abbiamo iniziato a parlare e c'era grande rispetto, abbiamo parlato della stagione che si era appena conclusa e fatto alcune battute. Ovviamente, entrambi eravamo di buon umore!".

Se tra Sir Alex Ferguson e Arsene Wenger ai tempi del duello al vertice tra Manchester United ed Arsenal la rivalità era accesa, col binomio Klopp-Guardiola il discorso è completamente diverso.

"Esiste molto rispetto, non siamo in contatto costante se non quando ci affrontiamo sul prato verde o lui chiama Nobes. Ma va tutto bene".

"Non ho bisogno di queste cose, non mi servono sensazioni negative quando incrocio l'allenatore avversario a bordo campo. Posso riuscire a vincere le partite anche senza fare questo, non fa parte del gioco e Pep ovviamente la pensa allo stesso modo".