Notizie Risultati Live
Serie A

La Juventus vince al fotofinish, Sarri: "Ci manca un po' di cattiveria"

23:52 CET 30/10/19
Maurizio Sarri Juventus Genoa Serie A
Il tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, commenta la vittoria ottenuta contro il Genoa: “Concretizziamo poco, ma possiamo migliorare”.

Serviva una vittoria alla Juventus per rispondere all’Inter e riprendersi la vetta della classifica e la vittoria è arrivata all’ultimo respiro contro il Genoa. La compagine bianconera si è infatti imposta per 2-1 allo Stadium, grazie ad un calcio di rigore trasformato in pieno recupero da Cristiano Ronaldo.

Segui 3 partite della Serie A TIM a giornata in diretta streaming su DAZN

Maurizio Sarri, parlando ai microfoni di Sky al termine della sfida, ha commentato la prova della sua squadra.

“Abbiamo fatto un primo tempo sottoritmo, nella fase di impostazione e di uscite da dietro eravamo incerti, ci sono stati troppi tocchi e abbiamo pressato male, permettendo al Genoa di chiudersi con facilità. Nella ripresa c’è stata maggiore intensità, abbiamo creato tanto, ma sfruttato poco le occasioni che abbiamo creato. E’ un momento che non concretizziamo come dovremmo e che subiamo goal abbastanza banali. Il Genoa è comunque una squadra che fa un ottimo palleggio, non da bassa classifica”.

La Juventus ha sentito la mancanza a centrocampo di Pjanic.

“E’ dipeso anche dall’atteggiamento del Genoa, avevano il loro trequartista addosso a Bentancur e questo ha reso le cose più complicate. Potevamo prendere campo con uno dei due centrali e a tratti l’abbiamo fatto bene, in altre occasioni siamo stati lenti”.

Il tecnico bianconero ha parlato della posizione di Gonzalo Higuain.

“E’ un giocatore che per caratteristiche può darci più punti di riferimento, gli altri sono attaccanti atipici. A volte senza Gonzalo rischiamo di riempire poco l’area di rigore”.

Sarri in questo primo scorcio di stagione ha insistito sul 4-3-1-2.

“Questa è una squadra che per caratteristiche si adatta a giocare di più con il trequartista, piuttosto che con i tre davanti. Dipende anche dallo stato di forma dei singoli giocatori”.

Il tecnico bianconero ha spiegato cosa manca ancora alla sua squadra.

“La Juve ha vinto otto Scudetti di fila, vuol dire che la mentalità c’è, forse in questo momento ci manca un po’ di cattiveria e la cosa si sente in fase offensiva. Manca ancora un po’ di determinazione in entrambe le fasi, ma abbiamo margini di miglioramento”.