Chi è il proprietario e il presidente del Milan?

Paul Singer, Elliott Management CorporationGetty

Negli anni '80 e '90, fino ai primi duemila, le grandi squadre d'Italia sono state gestite da alcuni famosi imprenditori del paese. Famiglie e volti noti, per portare il calcio del Bel Paese al top: Moratti, Sensi, Agnelli, Berlusconi. Poi, l'arrivo delle grandi proprietà straniere, per rimanere al top.

Dopo aver reso il Milan la squadra più vincente d'Europa, Berlusconi e il fidato Galliani si sono fatti da parte per ripartire dal Monza, mentre il team rossonero ha vissuto diverse fasi, fino a quella attuale con una nuova proprietà a caccia di grandi successi.

IL PROPRIETARIO DEL MILAN

La Elliott Management Corporation, società statunitense di gestione degli investimenti, è la proprietaria del Milan. Fondata negli anni '70, detiene la maggioranza dei rossoneri dal 2018. In tale anno, infatti, ha ereditato il team meneghino dal precedente proprietario Li Yonghong.

Fondata da Paul Singer, la Elliott venne chiamata così in virtù del secondo nome del suo presidente, che gestisce di fatto il più grande fondo di investimento attivista del mondo. Nel 2019 ha acquistato una parte del colosso statunitesene AT&T, che al suo interno contiene, tra le altre, CNN, HBO e Warner Bros.

IL PRESIDENTE DEL MILAN

Detto di Paul Elliott Singer, il presidente del Milan risponde invece al nome di Paolo Scaroni. Ex amministratore delegato di Enel ed Eni, vicepresidente di Rotschild &co. Italia, nel 2017 è enetrato a far parte del consiglio d'amministrazione rossonero sotto Li, divenendo amministratore delegato ad interim fino al dicembre 2018.

Scaroni, che dal 2019 è divenuto anche socio del Vicenza, è presidente del Milan dall'estate 2018, mentre non è più amministratore delegato rossonero dalla nomina di Ivan Gazidis, che ha ricporto tale carica all'Arsenal nella seconda parte dell'era Wenger.