Notizie Partite
Ligue 1

Chi è Luis Campos, nuovo consulente calcistico del PSG

12:56 CEST 10/06/22
Luis Campos
Luis Campos è il nuovo consulente calcistico del PSG: artefice dei miracoli Monaco e Lille, i suoi inizi furono in panchina con scarsi risultati.

Smaltito l'addio di Leonardo, il PSG non ha perso tempo nel trovare un sostituto che, a differenza del brasiliano, avrà un campo d'azione e decisionale molto più ampio: si tratta di Luis Campos, annunciato con questo comunicato.

"Il Paris Saint-Germain è lieto di annunciare l'arrivo di Luis Campos come Football Advisor con effetto immediato.
Luis Campos sarà responsabile dell'organizzazione, del reclutamento e delle prestazioni della squadra professionistica maschile del Paris Saint-Germain".

Il ruolo di Campos sarà quello di un vero e proprio consulente a tutto tondo, a cui spetterà l'ultima parola in sede di mercato per acquisti e cessioni.

Un nome, quello del portoghese, che ovviamente non è affatto nuovo, soprattutto agli appassionati di calcio francese che hanno avuto modo di assistere agli exploit di Monaco e Lille, uniche due società in grado di contrastare il dominio del PSG nell'ultimo decennio.

Nel triennio trascorso nel Principato di Monaco, prima come consulente e poi come direttore tecnico, Campos ha 'allevato' talenti del calibro di Mbappé, Bernardo Silva e Martial, gettando le basi per la conquista della Ligue 1 nel 2017, anno del passaggio al Lille, riportato in Champions League a sette anni di distanza dall'ultima volta.

Il lavoro svolto con Les Dogues, interrotto nel dicembre 2020 in seguito al cambio di proprietà, ha portato anche in questo caso grossi frutti: nel maggio 2021, il Lille si è infatti laureato campione di Francia trascinato, tra gli altri, da un certo Mike Maignan tra i pali.

E pensare che l'avventura di Campos nel calcio professionistico era iniziata sotto un'altra veste, quella di allenatore, incarico ricoperto interamente in patria senza grandi sussulti e con due retrocessioni all'attivo, raccolte ai tempi di Varzim e Beira-Mar.

Le delusioni in serie hanno convinto Campos a tentare altre strade, nello specifico quella dell'insegnamento (è laureato in Educazione Fisica all'Università di Porto) e dell'imprenditoria, occupandosi del lancio di software basati sulla tattica calcistica.

Il primo vero avvicinamento al grande calcio, un po' a sorpresa, ci fu nel 2012 col Real Madrid (allora allenato dal connazionale José Mourinho) che lo nominò osservatore, trampolino di lancio per i futuri impieghi: ultimo quello in seno al PSG, da portare sul tetto d'Europa dopo la scorpacciata di trofei nazionali che, a Parigi, hanno ormai il sapore di un'indigestione.