Notizie Risultati
CONMEBOL Libertadores

Boca Juniors-River Plate 1-0: Millonarios battuti ma in finale di Libertadores

07:45 CEST 23/10/19
2019-10-23 Boca Juniors River Plate
Il River Plate è la prima finalista della Copa Libertadores. Il Boca si impone 1-0 nella semifinale di ritorno, ma non basta.

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato in campo e sugli spalti. Il Superclasico che ha visto protagoniste Boca Juniors e River Plate non ha deluso le aspettative e se ad imporsi sono stati gli Xeneizes per 1-0, a festeggiare sono stati alla fine i Millonarios che, grazie al 2-0 ottenuto nella gara d’andata hanno staccato il pass per la finale di Copa Libertadores.

Segui 3 partite della Serie A TIM a giornata in diretta streaming su DAZN

Il Boca era chiamato a scalare una montagna dopo la sconfitta patita nella prima delle due semifinali e l’impresa è stata solo sfiorata. Spinta da una Bombonera gremita in ogni ordine di posto e da un clima incandescente, la compagine guidata da Gustavo Alfaro ha spinto sull’acceleratore fin dalle primissime battute, costringendo i rivali di sempre alla difensiva.

Il Boca Juniors ha dominato le fasi iniziali del match, ma spesso ha difettato quando si è trattato di piazzare la zampata finale. Al 22’ arriva anche la rete del vantaggio con Salvio, il direttore di gara Sampaio però annulla tutto per un precedente fallo di mano. Gli Xeneizes spingono per tutta la prima frazione, ma devono fare i conti anche con un Armani sempre attendo e pronto a sventare ogni minaccia.

Il canovaccio tattico non cambia nemmeno nella ripresa ed Alfaro prova a mettere ancor maggiore pressione agli avversari giocandosi verso il 60’ anche la carta Zarate, ma per il goal che riapre realmente i giochi bisogna attendere fino all’80’ quando Hurtado, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla trequarti, è il più rapido di tutti a spedire in rete un pallone toccato in area da un paio di compagni.

Dopo il vantaggio, i padroni di casa continuano a pressare fino alla fine alla ricerca del 2-0 che però non arriva. Il River, pur soffrendo, riesce a portare a termine la sua missione e a qualificarsi per la seconda volta consecutiva per l’atto finale della massima competizione calcistica sudamericana.

Si chiude quindi in semifinale, il sogno di Daniele De Rossi di trionfare in Copa Libertadores. Per l’ex capitano della Roma, reduce da un infortunio muscolare e tornato a disposizione proprio per il Superclasico, 90’ in panchina ed il rimpianto di un’impresa solo sfiorata dai compagni.

Il River, campione del Sudamerica in carica (nel 2018 superò nell’atto finale proprio il Boca in un doppio derby già passato alla storia), vola per la settima volta in finale dove affronterà una tra Flamengo e Gremio (1-1 il risultato della semifinale d’andata e ritorno in programma nella notte italiana).

Per i Millonarios, che nel 2011 scesero per la prima volta in Primera B Nacional, si tratterà della terza finalissima raggiunta in cinque anni, cosa che certifica una rinascita straordinaria a tempo di record ed ora la quinta Libertadorers, sarebbe proprio la terza della straordinaria era Gallardo, è nel mirino.