La strana collezione di Berni: “Ho due fette di meteoriti ed un pezzo di Luna”

Quello che sta vivendo il calcio italiano è un momento che fino a pochi mesi fa in pochi avrebbero potuto anche immaginare. La pandemia ha costretto ad uno stop forzato e la cosa ha comportato ovviamente moltissimi cambiamenti per i giocatori.

Guarda l'intervista completa di Berni per Inter TV su DAZN

Tommaso Berni, in un’intervista rilasciata a Inter TV per il format "A night not for everyone", ha svelato come sta trascorrendo le sue giornate e come si sta allenando.

"Comincia ad essere difficile, ma ci si tiene in forma e si seguono gli allenamenti. La bambina appena nata ci tiene impegnati, nei momenti liberi leggiamo e ascoltiamo musica, per fortuna non abbiamo più la televisione da due anni e quindi non mi faccio infangare da tutte le notizie, che non si capisce mai quali sono quelle vere e quelle no”.

Il portiere nerazzurro ha un ruolo importante nello spogliatoio.

“Io vado al campo sempre con il sorriso, poi si accettano tutte le decisioni dei mister e si rimane positivi. Ho accumulato tanta esperienza e posso dare consigli guidando i compagni. Mi viene naturale essere un collante”.

Tra le sue passioni ci sono anche i meteoriti e nella sua collezione spicca un pezzo in particolare.

“Colleziono meteoriti? Ho avuto la possibilità di poterne comprare, ho un pezzo di Luna (e anche mia moglie si chiama così) e due meteoriti… Siamo così piccoli rispetto all’universo che averne un pezzettino a casa mi fa restare umile. Comunque un pezzo di luna non è così complicato da trovare, bisogna ovviamente rivolgersi a degli esperti, altrimenti rischi di ritrovarti con un pezzo di calcestruzzo”.

Berni ama anche l’arte ed in particolare Klimt .

“Sono appassionato d’arte, sono un grande amante di Klimt e ho visto una mostra che mi ha lasciato a bocca aperta”.

Tra le passioni dell’estremo difensore ex Lazio, Sampdoria e Torino, non ci sono i video games.

“L’ultima volta che ho giocato ai videogiochi ero nelle giovanili dell’Inter, negli anni 1997 o 98 in convitto”.