Chi è Alejandro Marques, colpo della Juventus: da Caracas via Barcellona

Commenti()
Alejandro Marques NxGn GFX
Goal
Il baby venezuelano è uno dei prospetti più interessanti del Barcellona, a cui, con una doppietta, ha regalato una Youth League. Ora, la Juve.

Da protagonista della squadra giovanile del Barcellona che nella stagione 2017/18 è riuscita a trionfare nella UEFA Youth League, a futuro bianconero. Niente Camp Nou: ad attendere Alejandro Marques sarà Torino. Il colpo baby messo a segno dalla Juventus, tramite uno scambio con Matheus Pereira.

Segui 3 partite di Serie A TIM a giornata in diretta streaming su DAZN

Classe 2000, il giovane attaccante si è presentato ai blaugrana in maniera spettacolare, segnando due goal utili a consegnare un titolo mai vinto prima dal club, famoso proprio per il suo settore giovanile.

Dopo Jeffren Suarez, Marques è il secondo talento venezuelano che passa per La Masia. Attualmente è impegnato con la squadra B del Barcellona, dove ha provato a giocare sia da prima punta che da esterno d'attacco.

Per provare a realizzare il suo sogno di vestire la maglia del Barcellona, ha però dovuto lavorare e faticare molto. Nato a Caracas, la capitale del Venezuela, Marques ha iniziato a giocare a calcio per la Brasil Soccer School quando aveva solamente 5 anni. Poi ha proseguito la sua crescita in alcuni club di Caracas, prima di volare in Spagna a nove anni.

Ed è qui che è riuscito a catturare l'attenzione di alcuni responsabili de La Masia del Barcellona, segnando la sua prima tripletta in un torneo giovanile a Girona, proprio in una finale contro i blaugrana.

Tre anni dopo i suoi genitori hanno poi deciso di lasciare il Venezuela, vista la continua crescita di diverse tensioni politiche, spostandosi a Barcellona, dove Marques ha potuto giocare nelle giovanili dell'Espanyol.

La sua avventura qui è però durata poco, dato che dopo un solo anno ha lasciato l'Espanyol per unirsi allo Jabac de Terrassa, club che ha accompagnato Sergio Busquets e Riqui Puig durante la loro crescita.

Una scommessa che ha subito ripagato, dal momento che nel 2017 il Barcellona lo ha poi reclutato per la squadra Juvenil A, dove di lì a poco avrebbe riscritto la storia.

NXGN Alejandro Marques

Ora, solo il tempo dirà se il venezuelano ha tutte le carte in regola per sfondare anche ai massimi livelli. Come sottolineato dall'ex allenatore del Barcellona, Ernesto Valverde, è infatti sempre difficile analizzare quanto dei ragazzi riescono a fare nei settori giovanili.

"Il successo non riguarda il numero di partite vinte ma il modo in cui si cresce, come si allena il talento. Prendo la vittoria del Barcellona nella Youth League come un passo in più... e i giocatori dovrebbero fare lo stesso".

Marques non ha però bisogno di ricordarselo, sapendo quanto ha faticato nella sua vita per riuscire a mostrare il proprio talento. Insieme ad Abel Ruiz, il giovane venezuelano è infatti uno dei migliori prospetti del Barcellona. Entrambi si stanno impegnando per giocare sempre di più nella squadra B allenata da Francesc Garcia Pimienta, il quale non ha nascosto la propria ammirazione per il suo talento: in questa stagione gli ha dato spazio 11 volte, anche se non ha mai trovato il goal.

Marques è così riuscito ad attirare l'attenzione anche in Venezuela, dove ora è considerato uno dei giovani talenti sul quale la Vinotinto potrà fare affidamento in futuro, anche se il ragazzo non ha mai giocato con la propria Nazionale, rifiutandosi di rappresentarla a livello giovanile: ha infatti scelto la Spagna.

L'articolo prosegue qui sotto

La sua famiglia è inoltre spaventata dal fatto di poterlo veder giocare in Venezuela, viste le gravi tensioni presenti nel paese a causa della crisi politica, mentre l'ex allenatore della Nazionale, Rafael Dudamel, nell'estate 2018 aveva dichiarato di essere pronto a considerare Marques "una volta diventato maggiorenne".

Un possibile rifiuto di giocare per la Nazionale venezuelana potrebbe però aprire le porte a un futuro nella Spagna. Marques ha infatti già vestito la maglia della Roja nell'Under 19, segnando anche tre reti in nove gare e dimostrando un grande senso del goal anche nel ruolo di esterno d'attacco.

A 19 anni compiuti ad agosto, il ragazzo si appresta a vivere un momento cruciale della propria carriera: è ormai fatta per il suo trasferimento dal Barcellona alla Juventus. Un altro talento della 'Masia', dopo Moreno, sta per vestire la maglia bianconera.

Chiudi