Che cos'è DAZN: in Germania e Giappone, l'offerta sul web di Perform Group

CondividiChiudi Commenti
Scopriamo come funziona in Germania e Giappone, i Paesi nei quali è attualmente attiva, la piattaforma di live sports streaming DAZN, targata Perform.

L'asta per i diritti della Serie A 2018-2021 ha fatto registrare l'ingresso di Perform Group tra gli attori interessati all'acquisizione di uno o più pacchetti, nel caso specifico i pacchetti C1 e C2 legati alla trasmissione delle partite sul web.

Proprietario, tra i vari asset, anche del network di siti GOAL, di Runningball e di OptaSports, Perform Group ha fondato e lanciato nel 2015 la sua piattaforma di live sports streaming, denominata DAZN (si pronuncia "The Zone"), attualmente presente solo in due mercati: il Giappone e il cosiddetto DACH (Germania, Austria, Svizzera tedesca).

L'approccio di DAZN, per stessa ammissione dell'ideatore, il CEO di Perform Group Simon Denyer, vuole essere più che innovativo, rivoluzionario: " E' un sistema di streaming senza precedenti, con un'offerta di eventi sportivi live che non teme paragoni ".

" Daremo al pubblico un posto unico dove gustarsi il proprio sport preferito, per un prezzo accessibile e alla portata di tutti - dichiarò il CEO di DAZN James Rushton al momento del lancio in Giappone - DAZN cambierà completamente il modo di guardare lo sport in diretta, e darà all'utente la possibilità di godersi un numero di eventi sportivi mai immaginato prima ".

Livestream DAZN

Come funziona DAZN in Giappone, Germania, Svizzera e Austria? Si tratta di un'app disponibile per una grande varietà di device ( la lista completa QUI ): smartphone e tablet Android (Google Play Store), smartphone e tablet iOS 8.0 e + compresi iPhone, iPod Touch e iPad, smart TV come Android TV, Amazon Fire TV, Fire TV Stick, Apple TV (4^ generazione) e consolle come Sony Playstation 3 e 4 e Xbox One. E' anche disponibile sui browser Chrome, Firefox (necessario abilitare Silverlight), Safari, Internet Explorer e Opera. E' possibile guardare un massimo di due eventi diversi in contemporanea con lo stesso account.

Una delle novità che DAZN sta introducendo è l'estrema flessibilità dell'abbonamento: dopo il primo mese di prova, si passa a un canone mensile fisso, che può essere disdetto in qualsiasi momento, senza vincoli nè penali. Il costo varia da Paese a Paese: 9,99 € in Germania e Austria, 12,90 CHF in Svizzera (11,90 €) e 1750 Yen in Giappone (14,10 €).

L'offerta si aggira intorno agli 8.000 eventi l'anno, con pacchetti specifici per i due mercati e una forma di utilizzo che prevede sia la visione in diretta, sia in differita o con la possibilità di fermare la trasmissione in diretta per poterla proseguire in un secondo momento.

Per il mercato tedesco, il pacchetto prevede gli highlights della Bundesliga e la trasmissione delle partite di Serie A, Premier League, Liga, Ligue 1, J-League, NBA, NFL, NHL, il tennis dei circuiti WTA, ATP 250, Coppa Davis, Fed Cup e Sei Nazioni di Rugby. Per il Giappone, il pacchetto non prevede Premier League e Sei Nazioni ma in compenso offre come fiore all'occhiello la visione di tutte le partite della locale J-League, grazie a un accordo per 10 anni (fino al 2026) da 210 miliardi di Yen (circa 1.7 milardi di €)

 

Prossimo articolo:
Calciomercato invernale 2018, quando inizia e quando finisce
Prossimo articolo:
La Juventus fa felice Favilli: acquisto perfezionato anche dopo l'infortunio
Prossimo articolo:
Champions League, Napoli aggrappato al City da record: 17 vittorie di fila
Prossimo articolo:
L'Italia perde appeal: l'Argentina vuole annullare l'amichevole di marzo
Prossimo articolo:
Siviglia-Liverpool, Firmino l'ha rifatto: goal 'no look'
Chiudi