Allegri intima: "Contro il Napoli non bisogna prendere goal"

Commenti()
Getty
Vigilia di Coppa Italia per la Juventus, Allegri spiega: "Col Napoli importante non subire goal". Mentre su Inter-Roma sottolinea: "Siamo primi".

Continua il tour de force per la Juventus che, dopo la vittoria in campionato contro l'Empoli, si prepara ad affrontare il Napoli nella semifinale d'andata di Coppa Italia.

Massimiliano Allegri, durante la tradizionale conferenza della vigilia, parta da Inter-Roma: "I giallorossi sono una squadra seria e tosta, ma noi siamo primi e non dobbiamo sperare che gli altri perdano".

Extra Time - Kristyna, quando la sorella è... Schick

Il tecnico quindi si sofferma sull'impegno di domani: "Vogliamo arrivare in finale di Coppa Italia e affronteremo un Napoli rabbioso per la sconfitta contro l'Atalanta, in tre giorni non hanno perso tutto quello che hanno fatto in due anni: La cosa importante giocando in casa è non prendere goal".

Riguardo alla formazione anti-Napoli Allegri non si sbilancia: "Oggi valuterò la condizione di tutti, chi non ha giocato sabato ieri si è allenato bene. Dybala è il giocatore che raccorda centrocampo e attacco, con lui abbiamo più qualità ma non può giocare sempre. Senza di lui l'importante è non perdere la compattezza.

In porta giocherà di nuovo Neto, finora ha sempre fatto delle ottime partite. Qui fa il secondo solo perchè davanti c'è Buffon. Pjaca devo valutare se farlo giocare, avere forze fresche in panchina è molto importante. Sulle fasce giocheranno Lichtsteiner e Asamoah. Higuain ha bisogno di giocare, più gioca e più va in condizione".

Alla domanda sul Triplete invece il tecnico bianconero risponde così: "Parliamo di cose serie... Al momento mancano quindici partite alla fine della stagione, speriamo di allungare il calendario sia in Coppa Italia che in Champions League.

Al momento siamo a +7 in campionato, abbiamo vinto l'andata a Porto e ci giocheremo la semifinale di Coppa Italia. Il nostro obiettivo è sempre arrivare a marzo in corsa su tutto. La squadra è migliorata nei singoli, nel collettivo ed è più spensierata pur senza perdere l'equilibrio".

Infine riguardo al futuro Allegri scherza: "Spagnolo? A scuola facevo fatica anche con l'italiano... per ora ho imparato discretamente bene il torinese".

 

Chiudi