Notizie Partite
Serie A

Serie A, 16ª giornata: risultati e marcatori

22:38 CET 04/01/23
Roberto Pereyra Udinese Empoli 04012023
Il 2023 della Serie A si apre con il 16° turno: nelle sfide delle 12:30, successi in trasferta per Sampdoria e Milan contro Sassuolo e Salernitana.
  • Empoli Udinese Serie A

    UDINESE-EMPOLI 1-1

    Caputo torna all'Empoli ed è già decisivo. L'ex Sampdoria, acquistato nel calciomercato di gennaio, ha infatti servito a Baldanzi l'assist per la rete che è valso il vantaggio per la formazione toscana. L'Udinese, che non vince oramai da diverso tempo, è però riuscita a chiudere il match almeno con il pareggio, grazie alla rete di Pereyra nella ripresa: assist di Udogie e tocco di prima dell'argentino per l'1-1 finale. Espulso Akpa Akpro per doppia ammonizione.

    MARCATORI: 3' Baldanzi (E), 70' Pereyra (U)

    UDINESE (3-5-2): Silvestri 6; Perez 5,5, Becao 5.5, Ebosse 5.5; Pereyra 6.5 (82' Ebosele sv), Lovric 6 (72' Makengo 6), Walace 5.5, Arslan 5.5 (62' Samardzic 6), Udogie 6.5 (87' Ehizibue sv); Beto 6 (84' Nestorovski sv), Success 6.

    EMPOLI (4-3-1-2): Vicario 6.5; Stojanovic 6, Ismajli 5.5, Luperto 6, Parisi 6; Marin 6 (71' Bandinelli 6), Grassi 6, Akpa Akpro 4.5; Baldanzi 6.5 (85' Cacace sv); Caputo 6.5, Satriano 5.5 (72' Bajrami 6).

    Arbitro: Serra

    Ammoniti: Walace (U), Caputo (E)

    Espulsi: Akpa Akpro

  • Inter Napoli Serie A 22-23

    INTER-NAPOLI 1-0

    Prima gara del 2023 e prima sconfitta in stagione per il Napoli di Spalletti, che cade di misura a San Siro contro l'Inter di Inzaghi. Un successo che riporta i nerazzurri a sperare nel titolo, permettendo anche a Juventus e Milan di avvicinarsi alla vetta ancora occupata dagli azzurri. A decidere il match del Meazza ci ha pensato Dzeko di testa, abile a smarcarsi sul traversone di Dimarco.

    MARCATORI: 56' Dzeko

    INTER (3-5-2): Onana 6,5; Skriniar 7, Acerbi 7, Bastoni 6,5; Darmian 6,5 (76' Dumfries 6), Barella 7,5, Calhanoglu 6,5, Mkhitaryan 6,5 (83' Gagliardini sv), Dimarco 6,5 (64' Gosens 6); Dzeko 7,5 (76' Correa 6), Lukaku 6,5 (64' Lautaro 6,5).

    NAPOLI (4-3-3): Meret 6,5; Di Lorenzo 5,5, Rrahmani 5, Kim 6, Olivera 6; Anguissa 5 (76' Ndombele 6), Lobotka 5,5 (85' Simeone sv), Zielinski 5 (65' Raspadori 6); Politano 5,5 (65' Lozano 5,5), Osimhen 5,5, Kvaratskhelia 5 (76' Elmas 6). All. Spalletti.

    Arbitro: Sozza

    Ammoniti: Dzeko (I), Barella (I), Di Lorenzo (N), Dumfries (I), Kim Minjae (N)

    Espulsi: -

  • Fiorentina Monza Serie A

    FIORENTINA-MONZA 1-1

    Finisce in parità la prima gara del 2023 per Fiorentina e Monza. Un match che ha visto i viola andare in vantaggio con Cabral, con pari degli ospiti grazie al centro di Carlos Augusto. Padroni di casa avanti con la conclusione di Cabral, abile a concludere da posizione defilata dopo il lancio di Martinez Quarta. La squadra di Palladino ha però retto fino al secondo punto, quando il destro al volo di Carlos Augusto sul cross di Ciurria ha permesso ai brianzoli di cominciare l'anno con un buon punto.

    MARCATORI: 19' Cabral (F), 61' Carlos Augusto (M)

    FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano 6; Dodò 6, Martinez Quarta 6.5, Igor 6, Biragh 6i; Duncan 6 (86' Castrovilli sv), Bianco 6.5; Ikoné 5.5, Barak 5.5 (79' Bonaventura 6), Saponara 6 (64' Kouamè 6); Cabral 7 (86' Jovic sv).

    MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio 6; Izzo 6, Caldirola 6 (67' Marì 6), Marlon 6; Ciurria 6.5 (82' Vignato sv), Colpani 5.5 (46' Petagna 5.5), Ranocchia 5.5 (62' Machin 6), Carlos Augusto 6.5; Pessina 6, Caprari 5.5 (46' Birindelli 6.5); Mota Carvalho 6.5.

    Arbitro: Feliciani

    Ammoniti: Igor (F), Birindelli (M), Machin (M), Petagna (M)

    Espulsi: -

  • Milik Cremonese Juventus

    CREMONESE-JUVENTUS 0-1

    Ennesima vittoria per la Juventus, che batte la Cremonese grazie a Milik nel finale rispondendo a Milan e Roma, allungando sulla Lazio. Successo di misura e senza subire reti per i bianconeri, che sono riusciti ad espugnare il campo della neopromossa grazie alla punizione del polacco al minuto 91: settimo successo di fila in campionato.

    MARCATORI: 91’ Milik

    CREMONESE (3-5-2): Carnesecchi 6.5: Ferrari 6 (60’ Hendry 6), Bianchetti 6.5 (90’ Ciofani s.v.), Lochoshvili 6; Sernicola 6.5, Meitè 6.5, Pickel 6, Castagnetti 6 (75’ Milanese 6), Valeri 6.5; Dessers 6.5 (75’ Felix 6), Okereke 6 (61’ Buonaiuto 6). All. Alvini.

    JUVENTUS (3-5-1-1): Szczesny 6; Gatti 5, Bremer 5, Danilo 6; Soulé 6 (55’ Chiesa 6), Fagioli 5 (55’ Kean 6), Locatelli 5.5, McKennie 5 (66’ Rabiot 6.5), Kostic 5.5 (85’ Iling Jr s.v.); Miretti 5.5 (66’ Paredes 5.5); Milik 7. All. Allegri. Arbitro: Ayroldi

    Ammoniti: Ferrari (C), Meite (C), Valeri (C), Lochoshvili (C), Rabiot (J), Bremer (J), Kean (J)

    Espulsi: -

  • pellegrini roma bologna esultanza

    ROMA-BOLOGNA 1-0

    Basta il rigore di Pellegrini alla Roma per battere il Bologna di misura e cominciare l'anno al meglio. Da valutare l'infortunio di Zaniolo, mentre Dybala è stato sostituito per crampi. Proprio la Joya, reduce dal successo al Mondiale, ha procurato il penalty che ha portato i tre punti alla formazione di Mourinho.

    Marcatori: 6' Pellegrini (R)

    ROMA (3-5-2): Rui Patricio 6; Mancini 6, Smalling 7, Ibanez 6; Celik 6, Tahirovic 6.5 (64' Matic 6), Cristante 6.5, Pellegrini 7, El Shaarawy 6 (64' Zalewski 6); Dybala 6.5 (73' Bove 6), Zaniolo 6 (60' Abraham 7). All. Foti

    BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski 6; Posch 5.5 (82' Pyythia sv), Soumaoro 6, Lucumi 5, Lykogiannis 5.5 (65' Cambiaso 5.5); Medel 5 (65' Schouten 5.5), Dominguez 6; Orsolini 6, Ferguson 5.5, Soriano 5 (57' Aebischer 5); Arnautovic 5. All. Motta

    Arbitro: Santoro

    Ammoniti: Ibanez (R), Ferguson (B), Celik (R), Aebischer (B), Dominguez (B)

    Espulsi: -

  • Strefezza Lecce Lazio

    LECCE-LAZIO 2-1

    Il solito Immobile regala il vantaggio alla Lazio, poi cambia tutto. Il Lecce continua ad acquistare fiducia nel campionato 2022/2023 dopo un inizio difficile, battendo in rimonta i biancocelesti. Decisivo Di Francesco: la sua conclusione parata da Provedel ha portato Strefezza a pareggiare, dunque il traversone per il tocco da due passi di Colombo che vale tre punti essenziali nella corsa salvezza.

    Marcatori: 14' Immobile (LA), 57' Strefezza (LE), 71' Colombo (LE)

    LECCE (4-3-3): Falcone 6; Gendrey 6.5, Baschirotto 6.5, Umtiti 7, Gallo 6; Gonzalez 6 (89' Maleh sv), Hjulmand 6.5, Blin 6 (89' Askildsen sv); Strefezza 7 (73' Oudin sv), Colombo 7 (Ceesay sv), Banda 5 (46' Di Francesco 7.5).

    LAZIO (4-3-3): Provedel 6; Lazzari 5, Casale 5.5, Romagnoli 5, Marusic 5; Milinkovic-Savic 5.5 (62' Vecino 5.5), Cataldi 5.5 (79' Marcos Antonio sv), Basic 5 (85' Romero sv); Pedro 6 (62' Felipe Anderson 5), Immobile 6.5, Zaccagni 5.5 (79' Cancellieri 5.5).

    Arbitro: Marinelli

    Ammoniti: Banda (LE), 37' Casale (LA), 48' Gallo (LE), 78' Hjulmand (LE), Cancellieri (LA)

    Espulsi: -

  • Salernitana Milan

    SALERNITANA-MILAN 1-2

    Troppo Milan per la Salernitana. All’Arechi i rossoneri archiviano la pratica dopo appena un quarto d’ora grazie ai goal realizzati tra il 10’ e il 15’ da Leao e Tonali. Il ‘Diavolo’ sblocca il risultato con la giocata del portoghese che, servito in verticale, supera Ochoa in uscita e segna a porta sguarnita. Poi è il numero 8 a raddoppiare con un destro che sorprende il portiere messicano.

    Nel secondo tempo Tomori fa 3-0 ma l’arbitro annulla, con l’ausilio del VAR, per fuorigioco attivo di Brahim Diaz. Il Milan sfiora in diverse occasioni il tris e poi subisce la rete di Bonazzoli all’83’, che regala un finale da brividi all’Arechi. La squadra di Nicola ci prova fino al triplice fischio ma non trova la rete che completa la rimonta.

    Terza vittoria nelle ultime quattro per i rossoneri, che lanciano un segnale chiaro a Inter e Napoli, impegnate questa sera nello scontro diretto di San Siro. Un successo importante della squadra di Pioli, che apre nel migliore dei modi il nuovo anno solare e riparte con una prova convincente e una vittoria dopo la pausa per i Mondiali in Qatar.

    MARCATORI: 10’ Leao (M), 15’ Tonali (M), 83’ Bonazzoli (M)

    SALERNITANA (3-5-2): Ochoa 6.5; Lovato 5 (64’ Daniliuc 6), Radovanovic 5, Fazio 5; Sambia 5 (84’ Valencia s.v.), Coulibaly 5.5, Bohinen 5.5 (84’ Kastanos s.v.), Vilhena 5.5 (64’ Bonazzoli 7), Bradaric 5.5; Dia 5.5, Piatek 5.5. All. Nicola

    MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu 6; Calabria 6 (72’ Gabbia 6), Kalulu 5.5, Tomori 7, Theo Hernandez 6; Bennacer 6.5, Tonali 7.5; Saelemaekers 5.5 (86’ Dest s.v.), Brahim Diaz 6.5 (62’ De Ketelaere 6), Leao 7.5; Giroud 5 (86’ Vranckx s.v.). All. Pioli

    Arbitro: Fourneau

    Ammoniti: Giroud (M), Piatek (S), Bradaric (M), L. Coulibaly (S), Daniliuc (S)

    Espulsi: nessuno

  • Sassuolo Sampdoria 2022 2023

    SASSUOLO-SAMPDORIA 1-2

    Si apre con un successo a sorpresa al Mapei Stadium il 2023 della Sampdoria. La squadra di Dejan Stankovic si impone grazie alle due reti nel primo tempo, realizzate in appena 270 secondi. Apre i conti al 25' Gabbiadini con una rovesciata meravigliosa sulla sponda di Amione, mentre tre minuti più tardi ci pensa Augello a raddoppiare con un sinistro perfetto da oltre 25 metri che termina nell’angolino.

    Nella ripresa, il Sassuolo riapre il risultato con il goal su calcio di rigore di Berardi, che torna a segnare dopo 4 mesi. I secondi 45 minuti sono un monologo dei padroni di casa, che però non trovano la rete del pari.

    La Samp torna a segnare e vincere dopo 4 k.o di fila senza reti e sorpassa momentaneamente la Cremonese, impegnata alle 18:30 contro la Juventus allo Zini. Quarta sconfitta nelle ultime cinque per la squadra di Dionisi, con un solo punto conquistato dopo l’ultimo successo, quello del 24 ottobre in casa contro il Verona.

    MARCATORI: 25’ Gabbiadini (Sam), 28’ Augello (Sam), 64’ rig. Berardi (Sas)

    SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Toljan 5,5, Tressoldi 6, Ferrari 5, Rogerio 5,5; Frattesi 5 (81’ Alvarez sv), Henrique 5,5, Thorstvedt 5 (46’ Traoré jr 6); Berardi 6,5 (87’ Ceide sv), Pinamonti 6 (81’ Defrel sv), Laurienté 6.

    SAMPDORIA (3-5-2): Audero 7; Bereszynski 6,5, Nuytinck 6,5, Amione 6 (72’ Murru 6); Leris 6,5, Vieira 6,5, Rincon 7, Verre 5,5 (87’ Murillo sv), Augello 7; Gabbiadini 7,5, Lammers 6 (72’ Montevago 6).

    Arbitro: Maresca

    Ammoniti: Vieira (Sam), Berardi (Sas), Amione (Sam), Montevago (Sam)

    Espulsi: nessuno

  • Aleksey Miranchuk Torino Verona Serie A

    TORINO-VERONA 1-1

    Il Verona fallisce l’appuntamento con la sua seconda vittoria in campionato ma almeno, sul campo del Torino, interrompe una lunghissima striscia negativa che parlava di dieci sconfitte consecutive in campionato. Si è chiusa infatti sull’1-1 la sfida che ha visto protagonisti grana e scaligeri.

    Ad aprire le marcature al 45’ del primo tempo è stato Milan Djuric che, sugli sviluppi di un corner battuto da Lazovic, è saltato più in alto di tutti ed ha trafitto Milinkovic-Savic con un gran colpo di testa.

    L’attaccante del Verona ad inizio ripresa ha una buona occasione per il raddoppio che non sfrutta e ad approfittarne è il Torino che, poco dopo l’ora di gioco, pareggia con Miranchuk: gran sinistro dai venticinque metri e pallone che si infila impagabilmente alle spalle di Montipò.

    L’ultima fase del match è vibrante ed equilibrata, ma il risultato non cambia più. Torino e Verona iniziano il loro 2023 spartendosi la posta in palio.

    MARCATORI: 45’ Djuric (V), 64’ Miranchuk (T)

    TORINO (3-4-2-1): Milinkovic 5.5; Djidji 5.5, Schuurs 6.5, Rodriguez 6; Lazaro 6.5, Lukic 6.5, Ricci 5.5 (89’ Linetty s.v.), Vojvoda 5.5; Radonjic 6 (65’ Sanabria 6), Miranchuk 7; Vlasic 5.5. All. Juric

    HELLAS VERONA (3-4-2-1): Montipò 6, Dawidowicz 6, Hien 6, Ceccherini 5.5, Depaoli 6.5 (86’ Hrustic s.v.), Sulemana 5.5 (72’ Verdi 6), Tameze 6, Doig 6, Lazovic 6 (81’ Terracciano s.v.), Kallon 5.5 (72’ Ilic 6), Djuric 7. All. Zaffaroni

    Arbitro: Dionisi

    Ammoniti: Schuurs (T), Dawidowicz (V)

    Espulsi: nessuno

  • SPEZIA-ATALANTA 2-2

    L’Atalanta evita la quarta sconfitta consecutiva in campionato e lo fa grazie ad una grande rimonta che le consente di riprendere lo Spezia sul 2-2, dopo essersi ritrovata in doppio svantaggio.

    Al ‘Picco’, Aquilotti in vantaggio già all’8’ quando è Gyasi a sfruttare al meglio un assist di Nzola e a battere Sportiello dalla corta distanza.

    Al 31’ il raddoppio dello Spezia: lancio in profondità di Bourabia a favorire la corsa di Nzola che, presentatosi davanti al portiere nerazzurro, lo trafigge con freddezza.

    Nella ripresa i padroni di casa vanno più volte vicini a calare il tris e al 61’ si vedono annullare una rete di Ampadu per una posizione di fuorigioco rivelata dagli uomini in Sala VAR.

    Al 77’ l’Atalanta si riporta in partita grazie ad un diagonale vincente di Hojlund sul quale Zovko non può nulla, ed è questo il preludio di quanto clamorosamente accade nel finale.

    In pieno recupero, al 93’, è Pasalic, sfruttando un passaggio di Koopmeiners dalla destra, a trovare il tocco giusto che vale l’incredibile 2-2.

    MARCATORI: 8' Gyasi (S), 31' Nzola (S), 77' Hojlund (A), 92' Pasalic (A)

    SPEZIA (3-5-2) Zoet sv (17' Zovko 6); Amian 6,5, Kiwior 5,5, Nikolaou 6; Holm 6, Bourabia 6,5, Ampadu 7 (78' Ekdal sv), Bastoni 6 (78' Kovalenko sv), Reca 6 (68' Joao Moutinho 6); Nzola 7,5 (67' Maldini 6), Gyasi 7.

    ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello 5,5; Toloi 5, Palomino 5,5, Scalvini 6 (81' Malinovskyi sv); Maehle 5,5 (57' Zappacosta 6), De Roon 6, Ederson 5 (57' Pasalic 7), Ruggeri 6; Koopmeiners 7; Lookman 5,5 (57' Muriel 5), Zapata 5,5 (29' Hojlund 7,5).

    Arbitro: Giua

    Ammoniti: Lookman (A), Kiwior (S), Ampadu (S), Zappacosta (A), Nikolaou (S), Koopmeiners (A)

    Espulsi: nessuno