Torino, specialista Milinkovic-Savic: clamorosa traversa su punizione

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty Images
Il fratello di Sergej Milinkovic-Savic ha esordito col Torino contro il Carpi. E solo per pochissimo non è riuscito a emulare Rogerio Ceni.

Finalmente Vanja Milinkovic-Savic. Non solo il portiere del Torino: anche e soprattutto il fratello di Sergej, centrocampista della Lazio. Non l'unico, da oggi, a tenere alto il nome della famiglia nel calcio italiano.

Milinkovic-Savic jr., 20 anni, acquistato a gennaio dal club granata che l'ha prelevato dai polacchi del Lechia Danzica, è stato schierato dall'inizio da Mihajlovic nel sedicesimo di finale di Coppa Italia contro il Carpi, lui che fin qui non era mai sceso in campo in Italia. E ha fatto immediatamente parlare di sé alla prima presenza.

Negli ultimi minuti di gara, infatti, Milinkovic-Savic si è portato in attacco per battere un calcio di punizione concesso dall'arbitro Illuzzi quasi al limite dell'area: ha preso la rincorsa, ha calciato a effetto e ha colpito in pieno la traversa. Un novello Rogerio Ceni.

"Gli avrei fatto calciare la punizione anche se non fossimo stati nei minuti di recupero - ha detto Sinisa Mihajlovic al termine dell'incontro - ha una conclusione potente e precisa. Non c'è nulla di strano".

In precedenza Milinkovic-Savic non aveva dovuto compiere praticamente nessun intervento di rilievo. Però aveva sfiorato un'autorete, controllando un velenosissimo retropassaggio di Bonifazi e portandosi per sua fortuna la palla in corner. Ma tutti si ricorderanno solo del suo quasi goal su punizione.

Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone A 2018/2019
Prossimo articolo:
Serie C: risultati e classifiche dei tre gironi
Prossimo articolo:
Lazio-Eintracht, le formazioni ufficiali: Correa fa il centravanti
Prossimo articolo:
Santos, ufficiale l'arrivo di Sampaoli: l'argentino riparte dal Brasile
Prossimo articolo:
Coppa Italia, gli orari degli ottavi: Bologna-Juventus alle 20.45
Chiudi