Varane rimpianto Bayern: "Scartato perché costava troppo"

Raphael Varane Real Madrid 2019-20
Getty Images
L'ex difensore Willy Sagnol rivela un retroscena di mercato su Raphaël Varane: "A 18 anni il Bayern lo scartò perché costava troppo".

Ora è uno dei difensori centrali più forti al mondo, ma c'è stato un tempo in cui non venne preso in considerazione nonostante doti da leader evidenti anche in tenera età: Raphaël Varane sta facendo le gioie dei tifosi del Real Madrid, ma sarebbe potuto diventare un idolo di quelli del Bayern Monaco.

L'ex difensore Willy Sagnol, nel corso di un'intervista a 'RMC Sport', ha spiegato come il club bavarese avesse scartato il giocatore quando aveva soltanto 18 anni.

"Quando ero al Bayern, un giorno un amico mi chiamò e mi disse: 'Devi assolutamente andare a Lens per vedere un giocatore super interessante'. Mi accorsi subito di quanto era forte: giocò come centrocampista difensivo nel primo tempo, poi venne spostato in difesa nella ripresa".

Ma il Bayern Monaco disse no: sarebbe stato un investimento troppo oneroso per un calciatore giovanissimo e senza esperienza.

"In sole 48 ore riuscii ad ottenere un buon prezzo, con la possibilità di disputare una gara amichevole il cui incasso sarebbe finito nelle casse del Lens. Nel complesso, il prezzo sarebbe salito tra i 4 e i 5 milioni. Quando consegnai il dossier mi dissero che erano troppi soldi per un ragazzo di 18 anni. Due mesi dopo Varane partì per Madrid, era stato pagato 10 milioni: sono sicuro che ora è molto felice lì, ma per un osservatore è frustrante sapere di non poter ottenere la gestione di un calciatore che sarebbe rimasto al Bayern per 10-12 anni".

Chiudi