Fiorentina, Corvino conferma Sousa, il tecnico rilancia: "Penso solo a lavorare"

Commenti()
Getty Images
Il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, parla alla vigilia della sfida con l'Inter: "Mai vissuta una situazione come questa".

Reduce dalla sconfitta interna patita in Europa League contro il PAOK, la Fiorentina sarà impegnata lunedì sera sul campo dell’Inter in un match che può risultare importantissimo per il futuro immediato della compagine viola. Per la prima volta infatti, negli ultimi giorni sono iniziate a circolare voci relative ad un possibile esonero di Paulo Sousa in caso di risultato negativo.

Fiorentina, aria pesante e striscioni contro Sousa

Con il tecnico lusitano, nella conferenza stampa di presentazione della gara, si è presentato a sorpresa anche Pantaleo Corvino: “Non è una cosa usuale per me presentarmi in conferenza con l’allenatore ma lo faccio per evitare che si creino situazioni che portino a divisioni quando invece siamo siamo tutti uniti al fine di raggiungere i nostri obiettivi sia in Europa che in campionato dove siamo reduci da quattro vittorie consecutive in trasferta anche se è vero che c’è stato qualche pareggio di troppo al Franchi. Serve compattezza e sono qui per ribadirlo. Le voci che vorrebbero la Fiorentina alla ricerca di altri allenatori sono infondate. Paulo Sousa è per noi il tecnico giusto”.

La parola è poi passata a Sousa che ha spiegato: “Io sono concentrato solo sul mio lavoro, sto provando a dare il meglio per far vincere la squadra. Le voci legate ad un divorzio? Penso a lavorare al meglio. Non ho mai vissuto una situazione come questa ma non aggiungo nulla a quello che ha già detto il direttore. Se mi sento a rischio? Noi lo siamo sempre, in tutte le partite”.

Il tecnico viola è entrato anche nel mirino di alcuni tifosi che hanno esposto striscioni molto duri nei suoi confronti: “Non voglio tornare sull’argomento del come è nata questa situazione. Spero che la squadra non risenta di tutto questo anche perchè dovremo dare il massimo contro un’Inter che ho visto molto bene contro il Milan”.

Sia Fiorentina che Inter non stanno attraversando un grande momento: “L’Inter ha un nuovo allenatore, più velocità di gioco e convinzione nei propri mezzi, noi ci siamo avvicinati alla nostra qualità di gioco e vogliamo dare continuità a quanto stiamo facendo. I nerazzurri adesso pressano più alti, hanno nuovi principi di gioco e li utilizzeranno anche contro di noi”.

Paulo Sousa non si è sbilanciato sul suo futuro: “Non penso al prossimo anno, voglio solo concentrarmi su quello che devo fare anche perchè è l’unica cosa sotto il mio controllo”.

Il match di San Siro mette in palio punti importanti: “Affronteremo una squadra che è in crescita e che ha tanta qualità, non a caso ha battuto la Juve. Loro controllano il gioco più alti, dovremo essere bravi a superare i primi blocchi, con la loro pressione sono riusciti a dominare il Milan, noi vogliamo che questo non accada. Credo che avremo meno occasioni rispetto alle ultime gare ma vogliamo comunque vincere quella che è una partita complicata”.

Infine un accenno agli striscioni contro di lui apparsi all’esterno del Franchi: “Non è il momento di parlare di questo. Quello che posso fare è provare a vincere ogni partita per rendere orgogliosi i nostri tifosi”.

 

Chiudi