Primo gettore azzurro per Scamacca: è il 36esimo esordiente nell'era Mancini

Ultimo aggiornamento
Getty

L'Italia può tornare a guardare con estremo ottimismo in ottica qualificazione mondiale: la 'manita' rifilata alla Lituania e il contemporaneo pari della Svizzera in Irlanda del Nord hanno consentito agli azzurri di guadagnare due punti sugli elvetici, rafforzando il primo posto nel girone che regalerebbe l'accesso diretto alla competizione in programma in Qatar tra un anno.

Serata decisamente tranquilla al 'Mapei Stadium', nonostante le premesse iniziali non fossero rosee: le tante defezioni, soprattutto in attacco, avevano fatto scattare il campanello d'allarme, disinnescato con sfrontata naturalezza dalle nuove leve Raspadori e Kean, schierati dal primo minuto nel tridente completato da Bernardeschi. Ma le luci dei riflettori hanno interessato anche un altro giovane campioncino, Gianluca Scamacca, gettato nella mischia da Roberto Mancini al 62'.

L'attaccante di proprietà del Sassuolo ha fatto rifiatare l'ottimo Bernardeschi, raccogliendo così il primo gettone con la maglia della Nazionale: si è trattato dell'ennesimo esordiente dell'era Mancini, esattamente il numero 36 (68esimo giocatore diverso utilizzato dal commissario tecnico dal 2018 ad oggi).

Il classe 1999 ha provato a bagnare l'esordio con il goal, sfiorandolo con un colpo di testa terminato a lato non di molto: sarebbe stata una gioia immensa, peraltro proprio nello stadio che quest'anno lo vedrà protagonista col Sassuolo in Serie A.

A proposito di neroverdi in campo: ad un certo punto dell'incontro, ossia dal 73' fino al triplice fischio, il tridente offensivo dell'Italia è stato composto da Scamacca, Raspadori (impiegato per tutti i 90 minuti) e Berardi, subentrato al posto di Kean. Una bellissima soddisfazione per un club sinonimo di freschezza e gioventù abbinate alla qualità.

Scamacca è solo uno dei volti 'nuovi' in rampa di lancio, la dimostrazione che per il futuro si può stare tranquilli: a quanto pare, c'è vita anche oltre a Chiesa, Immobile e Insigne sul bellissimo pianeta Italia.