Lautaro gioca poco nell’Inter, il papà: "E' un po' infastidito"

Commenti()
Getty Images
Il padre di Lautaro Martinez spiega: “Lui e Icardi sono complementari, ma l’Inter non gioca con due punte. La cosa dà fastidio, ma funziona così”.

Approdato in estate all’Inter con la fama di nuovo grande gioiello del calcio argentino, Lautaro Martinez sin qui non ha avuto a disposizione moltissime occasioni per far vedere di cosa è capace.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'articolo prosegue qui sotto

El Toro’ infatti, in campionato è sin qui sceso in campo in quattro occasioni su otto, totalizzando solo 172’ di gioco (2 le gare giocate dal 1’), condite dalla rete realizzata nella sfida contro il Cagliari.

Chiuso da un bomber di caratura mondiale come Icardi, Martinez è quindi chiamato ogni settimana ad aspettare la sua occasione, una cosa che non va esattamente giù a suo padre. Mario Martinez infatti, parlando ai microfoni di Radio AM 770, ha spiegato: “Come è andato l’ambientamento all’Inter? Ha avuto sempre Icardi al suo fianco, gli ha dato una grossa mano. Io pensavo che dopo le amichevoli estive avrebbe giocato e il non farlo a volte gli dà un po’ di fastidio, ma le cose vanno così. Al momento, il modulo scelto dall’allenatore dell’Inter non comprende le due punte, anche se Lautaro e Icardi sono complementari e tra loro c’è una bella amicizia. C’è un po’ di rabbia e di impazienza, ma queste sono le regole del gioco”.

Lautaro Martinez intanto, ha segnato il suo primo goal per l’Argentina in occasione dell’amichevole con l’Iraq: “Aspettava questo momento da tanto tempo, il goal l’ha molto motivato. Non ha preso bene la mancata partecipazione ai Mondiali, ma Sampaoli avrà avuto le sue ragioni”.

Chiudi