Juventus pazza di Douglas Costa: nessun dubbio sul riscatto

Commenti()
Getty Images
Douglas Costa ha conquistato rapidamente la fiducia della Juventus: nessun dubbio sul riscatto, al Bayern andranno altri 40 milioni.

Juventus Netflix banner

Tutto fuorché un giocatore normale. Chi ama il calcio, inevitabilmente, adora Douglas Costa. Un genio prestato alla fascia. Un meraviglioso atleta che, se non avesse fatto il calciatore, avrebbe potuto tranquillamente pensare all'atletica. Esplosivo. Parola che descrive alla perfezione il 27enne tuttofare brasiliano.

Senza sminuire le capacità tecniche di un profilo entrato rapidamente nelle simpatie di Pep Guardiola. Perché se è vero che a Monaco di Baviera l'addio dell'attuale numero 11 bianconero non ha creato grossi rimpianti, al tempo stesso c'è da dire che le cose – specialmente alla prima stagione al Bayern Monaco – sono andate piuttosto bene.

Sotto la guida del tecnico spagnolo, infatti, il tassello verdeoro ha maturato 43 presenze e 7 reti. Mettendo in mostra una bravura fuori dal comune. Per ulteriori informazioni, ma guarda un po' il destino, chiedere proprio alla Juventus. La quale, nella stagione 2015-2016, ha affrontato la migliore espressione del suo attuale asso.

Feeling mai nato con Carlo Ancelotti e, da qui, la volontà di misurarsi in un altro campionato. Musica per le orecchie della Vecchia Signora, che non s'è lasciata sfuggire la possibilità di mettere le mani sull'ala sudamericana. Un'operazione laboriosa, fortemente voluta sia dall'ad Beppe Marotta sia dal ds Fabio Paratici, portata a termine grazie all'intermediazione di Giovanni Branchini. Il tutto, ovviamente, seguendo le linee guida stilate da Max Allegri.

Già, proprio così. Storia recente: in estate, con l'ultimo slot disponibile per tesserare un giocatore extracomunitario, l'allenatore livornese ha spinto proprio per la soluzione Douglas Costa. Spalleggiando, così, la Juventus ad abbandonare la trattativa che avrebbe dovuto portare Danilo sotto la Mole a colmare il vuoto lasciato da Dani Alves. Una mossa lungimirante e che sta fornendo i suoi frutti.

Douglas Costa, in questi primi primi mesi sotto la Mole, s'è reso protagonista di 29 gettoni e 3 centri. Numeri che però vanno contestualizzati. Intensa panchina nelle battute iniziali, dopodiché l'inevitabile ascesa. Tenere fuori un elemento simile, capace di spaccare le partite, è complicato.

Concetto compreso totalmente da Allegri che, giustappunto, ha premuto intensamente affinché l'affare andasse in porto. Destra o sinistra non fa differenza. Il brasiliano, con classe e idee, spesso e volentieri giganteggia. Nel derby, inoltre, l'ex Shakhtar ha dimostrato di essere malleabile, fungendo diligentemente da falso nueve.

Percorso netto, importante e ambizioso. Destinato a concludersi nella più ovvia acquisizione a titolo definitivo. La Juventus ha già versato 6 milioni nelle casse del Bayern Monaco e, per assicurarsi l'intero cartellino, entro il 30 giugno dovrà versarne – pagabili in due esercizi – altri 40. Mossa scontata e meritata.

Bianco e nero, vittorie e sconfitte, guarda la docuserie First team: Juventus, solo su Netflix

Chiudi