Juventus-Inter, per Marotta è già una notte da ex

Commenti()
Getty Images
Beppe Marotta, dopo Inter-PSV, diventerà il nuovo dg dei nerazzurri: venerdì contro la Juventus potrebbe essere presente all'Allianz Stadium.

Quando il futuro è già domani. Messo alla porta dalla Juventus, accolto a braccia aperte dall' Inter. Nulla di anormale per il miglior manager d'Europa 2017-2018. Beppe Marotta, al termine della sfida tra nerazzurri e PSV Eindhoven, diventerà ufficialmente il nuovo direttore generale di corso Vittorio Emanuele II . Per poi, successivamente, assumere anche la carica di amministratore delegato area sport.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

La Signora, sostanzialmente, è già un ricordo. Nel capoluogo piemontese, in otto anni di onorato incarico, il manager varesino ha vinto sette campionati, quattro Coppe Italia e tre supercoppe italiane. Rilanciando – a pieni giri – una nobile decaduta. Merito globale da attribuire a un organigramma preparato e lungimirante. Trascinato, però, proprio dall'esperienza di Marotta.

Che avrà il compito di proporre lo stesso modus operandi anche sotto il Duomo. Le analogie, infatti, non mancano. Soprattutto per quanto concerne i due presidenti. Andrea Agnelli, ascoltando i consigli dell'ex blucerchiato, ha assunto una preparazione sopraffina. Lo stesso percorso, ora, dovrà intraprenderlo Zhang jr. Perché Suning, infatti, vuole fare la voce grossa tra Italia ed estero.

L'articolo prosegue qui sotto

Marotta ha già iniziato a muovere i primi passi nella nuova veste. Qualche chiacchierata di mercato qua e là e, soprattutto, idee chiare sulla sfida da affrontare. Nessuna rivoluzione, solo evoluzione. A tal proposito, gli altri interpreti del management nerazzurro rimarranno al loro posto. Ovvero: Javier Zanetti vicepresidente, Alessandro Antonello amministratore delegato, Piero Ausilio direttore sportivo e Giovanni Gardini Chief Football Operations Officer. Insomma, squadra che lavora bene non si tocca.

Alle porte, giusto per restare in tema, un altro capitolo del derby d'Italia. L'Inter venerdì sera sbarcherà all'Allianz Stadium. E chissà che Marotta non decida di sbarcare nel suo vecchio stadio. “Se sarò presente? Vedremo”. Così il diretto interessato prima di partecipare al Consiglio della Lega Serie A, in qualità di consigliere federale. Guai, tuttavia, a chiamarla rivalsa.

La Juventus ha optato per il rinnovamento, riconoscendo pienamente i meriti di un professionista esemplare. “A Marotta va un super in bocca al lupo – ha commentato Fabio Paratici al Gran Galà del Calcio – siamo contenti che sia approdato in un grande club come l'Inter. Gli devo tantissimo, sarà sempre un piacere vederlo”. Da vecchio delfino ad attore principale, passando dall'imprescindibile riconoscenza.

Chiudi