Inzaghi sul futuro alla Lazio: "Le cose non sono così scontate"

Commenti()
Simone Inzaghi criptico sulla permanenza alla Lazio, poi la replica a Gasperini: "Rigore di Bastos? Masiello andava espulso per fallo su Correa".
Dopo la Supercoppa Italiana vinta contro la Juventus, per Inzaghi c'è anche la Coppa Italia contro l'Atalanta. La Lazio vince la Coppa Italia 2018/2019 dopo aver battuto la Dea con i goal nel finale segnati da Milinkovic-Savic prima e Correa poi. Un trionfo che permetterà ai biancocelesti di giocarsi la Supercoppa Italiana e i gironi di Europa League.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Insieme alla Juventus, negli ultimi anni cannibale nel portare a sè tutti i trofei, c'è anche la Lazio nell'albo d'oro italiano del 2019. Un grande riconoscimento per una squadra che ha vissuto una stagione di alti e bassi, ma potrà comunque festeggiare a lungo insieme ai propri tifosi, nel suo stesso stadio.

Al termine della partita, Inzaghi è ovviamente soddisfatto:

"E' stata una bellissima serata davanti ad un pubblico meraviglioso, ma complimenti anche all'Atalanta. Stavolta siamo stati bravi a far girare la gara dalla nostra parte".

Stavolta sono stati essenziali i cambi, con Caicedo e Milinkovic-Savic entrati a gara in corso:

"A volte è più importante chi entra dall'inizio. Ci meritiamo questa soddisfazione, abbiamo fatto un grande cammino in Coppa Italia. Volevamo questo trofeo. Ora ci godiamo questo momento".

In conferenza stampa, però l'allenatore della Lazio è apparso criptico sul proprio futuro e sull'eventuale permanenza al timone della Lazio.

"Ne parleremo. Le cose non sono sempre così scontate come si pensano".

Infine la replica a Gasperini, infuriato per l'episodio nell'area biancoceleste con protagonista Bastos non sanzionato dall'arbitro Banti sul punteggio di 0-0.

"Il rigore per l'Atalanta? Io penso che ci poteva essere l'espulsione di Masiello per il fallo su Correa".

 

Chiudi