Inter, senti Gabigol: "Giocare la Champions sarebbe un sogno"

Commenti()
Getty
Gabigol sembra rinato al Santos, ma a dicembre dovrà fare ritorno all'Inter: "Ho un contratto, vedremo cosa accadrà. I nerazzurri meritano il meglio".

In Brasile ha ritrovato la via del goal con regolarità, risultando finalmente decisivo per il Santos: cinque reti negli ultimi due incontri per Gabigol, di cui una tripletta in Coppa del Brasile, la prima in carriera e festeggiata nel migliore dei modi.

Il suo contratto con il club paulista scadrà a dicembre, quando dovrà fare ritorno all'Inter che lo ha prestato per 12 mesi. Intervistato da 'Il Corriere dello Sport', l'attaccante brasiliano ha parlato proprio della squadra che detiene il suo cartellino, impegnata nella lotta Champions: "Io adesso sono un tifoso dell'Inter, uno dei tanti fantastici sostenitori di questa squadra e tifo perché la squadra vinca contro la Lazio. Sarebbe importante per il club qualificarsi per la Champions League. So bene che non è come vincere lo Scudetto, ma arrivare al quarto posto e giocare la prossima stagione la Champions può essere un passaggio fondamentale per avvicinarsi alla Juventus".

Una Champions da giocare, magari da protagonista: "Ho un contratto con l'Inter, o sbaglio? (ride, ndr). Adesso i miei pensieri sono tutti sul Santos e l'obiettivo è quello di fare del mio meglio qui per aiutare la squadra a conquistare dei titoli. A dicembre, alla fine del prestito, dovrò tornare all'Inter e rispettare il mio contratto, poi vedremo come andranno le cose. La Champions comunque è il torneo al quale ogni giocatore sogna di partecipare e giocarla per me sarebbe bello".

Nessun rimpianto per la sua prima esperienza in nerazzurro: "Ho fatto del mio meglio. Sono consapevole di aver lavorato dal primo all'ultimo giorno al massimo, ma le cose non sono andate come volevo. Ora non posso abbassare la testa e arrendermi. Sono di nuovo in campo e ho una nuova possibilità di mettermi in mostra al Santos, di far vedere quello che valgo. Non posso tornare indietro e riscrivere la storia".

Intanto testa al suo Santos: "Dopo la mia esperienza in Europa sono tornato più maturo. Anche qui in Brasile cerco di imparare ogni giorno, di perfezionarmi, di non adagiarmi perché ogni giocatore deve sempre andare alla ricerca di miglioramenti continui. Io sto cercando di farlo. Ho un contratto di un anno qui al Santos e voglio essere di nuovo un campione con la 'mia' squadra".

Chiudi