Notizie Risultati Live
Calciomercato

Da Godin a Icardi: come potrebbe cambiare l'Inter di Conte

14:23 CEST 05/06/19
Romelu Lukaku, Antonio Conte and Diego Godin all at Inter?
Sarà un'estate calda per l'Inter: i nerazzurri sono al lavoro per consegnare ad Antonio Conte un organico idoneo per il suo stile di gioco.

“Per l’Inter sarà l’Anno 0”. I tifosi nerazzurri hanno sentito questa espressione tante, tantissime volte. Praticamente ogni estate che ha fatto seguito alla stagione culminata col Triplete del 2010.

Quest’anno, però, non può essere altrimenti. A guidare i nerazzurri è arrivato Antonio Conte, il caso Icardi potrebbe portare alla separazione dall’ex capitano e anche calciatori importanti potrebbero essere arrivati al capolinea della loro avventura interista.

Probabilmente, peraltro, la squadra sarà costruita per adattarsi ad un nuovo modulo più consono alle abitudini del nuovo allenatore e inevitabilmente il calciomercato sarà orientato in questo senso.

Un’estate caldissima, dunque, per Marotta, Ausilio e per tutti i tifosi interisti, sin da ora in febbrile attesa di notizie di mercato, che sicuramente arriveranno.

Ecco il quadro in casa Inter, reparto per reparto.
 

DIFESA

 

Cominciamo dal portiere. Samir Handanovic, fresco capitano, è stato uno dei migliori giocatori della stagione appena conclusa. Premiato come miglior portiere del campionato, rimane il punto fermo della retroguardia: lo sloveno, però, a luglio compirà 35 anni e ciò porta inevitabilmente la società a guardarsi attorno in prospettiva futura.

Messe le mani sul brasiliano Brazao, i nerazzurri seguono con interesse anche Alessio Cragno ma, per questa stagione, non dovrebbero esserci novità nel parco portieri.

In difesa, invece, le novità non mancheranno. Probabile che Conte provi ad impostare la sua Inter sulla difesa a tre e, in quel caso, i titolari dovrebbe averli già a disposizione. A Skriniar e De Vrij, infatti, dovrebbe unirsi a breve Diego Godin, primo rinforzo dell’Inter 2019-2020 e, sebbene la difesa a tre potrebbe rappresentare una novità per almeno due di loro, l’altissimo livello dei singoli dovrebbe permettere a Conte di registrare in fretta il reparto.

Miranda e Andrea Ranocchia, salvo colpi di scena, dovrebbero rappresentare le alternative sebbene, specialmente se Conte  forgerà la sua Inter sul 3-5-2, un uomo in più potrebbe far parecchio comodo. Dal Parma rientrerà Alessandro Bastoni, ma probabilmente nell’immediato futuro del giovane centrale non c’è (ancora?) l’Inter. Il versatile D’Ambrosio potrebbe rappresentare la situazione d’emergenza. Molto difficile che giocatori come Koscielny e Manolas – accostati nelle scorse settimane ai nerazzurri – possano effettivamente sbarcare a Milano, più probabile che alla fine il reparto venga completato da un’occasione a buon mercato.

POSSIBILI ACQUISTI: Godin

POSSIBILI CESSIONI: -

CENTROCAMPO

Il centrocampo è sicuramente il reparto che necessità di maggiori movimenti. Ipotizzando un modulo che prevede l’utilizzo di cinque centrocampisti, Conte può ripartire sicuramente da Nainggolan, mezzala ideale, e da Vecino e Gagliardini, utili alternative. Probabile che in nerazzurro approdi un’altra mezzala, con Nicolò Barella in pole position (sicuramente ipotesi più probabile rispetto a quella legata a Van de Beek), mentre resta in discussione il ruolo di regista. Marcelo Brozovic potrebbe ricevere una chance ma sicuramente avrebbe bisogno di un alter ego: il nome che circola è quello di Sander Berge, norvegese in forza ai belgi del Genk. In ogni caso, anche se non dovessero arrivare Barella e Berge, all’Inter servono due giocatori con quelle caratteristiche e su questi profili la società è già al lavoro. Detto di Vecino e Gagliardini, rimane in rosa – forse per l’ultima stagione – anche l’esperto Borja Valero, mentre è probabile che Joao Mario venga ceduto.

Relativamente agli esterni, il nodo principale riguarda Ivan Perisic. La sua avventura in nerazzurro sembrava vicina alla conclusione, ma Antonio Conte potrebbe a sorpresa decidere di puntare su di lui. Il croato, che in tal caso sarebbe chiamato a modificare un po’ il suo stile di gioco adattandosi a un ruolo a tutta fascia, potrebbe alternarsi con Kwadwo Asamoah sulla fascia sinistra dove Dalbert risulterebbe un esubero. A destra, invece, Candreva, Politano e D’Ambrosio verrebbero impiegati in base alla tipologia di gara da impostare. Probabile, dunque, che sulle corsie laterali non si muova nulla a meno che, come detto, Ivan Perisic non dovesse essere ceduto.

POSSIBILI ACQUISTI: Barella, Berge

POSSIBILI CESSIONI: Joao Mario, Dalbert

 

ATTACCO

Ed eccoci al reparto offensivo. Attualmente a disposizione di Antonio Conte ci sono i soli Mauro Icardi e Lautaro Martinez, oltre ad Andrea Pinamonti, di rientro dal prestito al Frosinone. È evidente che il mercato in entrata dei nerazzurri dipenda dal futuro dell’ex capitano: qualora l’argentino dovesse restare, Marotta provvederà a regalare al nuovo tecnico due ‘alternative’ di peso: con i nomi di Edin Dzeko e Steven Bergwijn del PSV in pole position.

Qualora invece Mauro Icardi dovesse partire, è probabile che la società nerazzurra provi a portare alla Pinetina Romelu Lukaku, nome suggestivo ma tutt’altro che inverosimile. A maggior ragione, in caso di partenza di Icardi, Edin Dzeko farebbe al caso di un’Inter che si assicurerebbe un bomber già navigato nel nostro campionato.

POSSIBILI ACQUISTI: Dzeko, Lukaku, Bergwijn

POSSIBILI CESSIONI: Icardi